CuriositàVene varicose: fattori di rischio e prevenzione

08/05/2019 - 16h

Le vene varicose sono vene di calibro dilatate, tortuose e ingrossate che possono apparire in varie regioni del corpo. Il più comune si verifica negli arti inferiori.

Considerati da molti solo un problema estetico, infatti, indicano che qualcosa non sta andando bene nella circolazione del sangue venoso da parte dell'organismo.

Contrariamente a quello della legge di gravità, le vene delle gambe sono responsabili del trasporto del sangue che circola attraverso il corpo fino al cuore e da lì ai polmoni, dove avviene lo scambio di anidride carbonica per l'ossigeno.

Fattori di rischio che non possono essere modificati

Non possiamo interferire in alcune condizioni che favoriscono l'aspetto delle vene varicose. Anche se sono fattori di rischio immutabili, servono come avvertimento per le persone a raddoppiare la loro consapevolezza di possibili manifestazioni precoci della malattia e cercare un trattamento. Sono:

Predisposizione genetica

Le persone con una storia familiare di malattia dovrebbero preoccuparsi della prevenzione precoce dei problemi circolatori e adottare misure che aiutino almeno a rallentare il processo;

Età

Quando le persone invecchiano, le vene perdono la loro elasticità e il sistema valvolare si indebolisce, il che rende difficile il ritorno del sangue venoso al cuore e ai polmoni e favorisce l'insorgenza di deformazioni varicose;

Sesso 

Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare vene varicose. cambiamenti ormonali durante la gravidanza, mestruazioni e menopausa, così come l'uso di pillole anticoncezionali e la terapia ormonale sostitutiva sono fattori di rischio perché ormoni, estrogeni e progesterone agiscono sulla parete del vaso, ridurre la loro resistenza e compromettono il funzionamento del valvole che regolano il passaggio del sangue.

Fattori di rischio che possono essere modificati

Esistono, tuttavia, fattori di rischio per le vene varicose che sono mutevoli, cioè su cui possiamo influenzare, proporre cambiamenti nello stile di vita finalizzati alla prevenzione o al trattamento, quando appropriato. Questi includono:

Sedentarismo

L'attività fisica è fondamentale nella prevenzione e nel trattamento delle vene varicose. Gli esercizi di pratica stimolano l'intero sistema circolatorio e facilitano il ritorno del sangue al cuore;

Immobilità

Quando, per esigenze professionali o durante lunghi viaggi, ad esempio, la persona è obbligata a rimanere seduta o in piedi per lungo tempo nella stessa posizione, qualsiasi esercizio che faciliti la contrazione e il rilassamento del polpaccio aiuta a pompare il sangue di nuovo al cuore.

Obesità

Sovrappeso e complicanze associate (alta pressione sanguigna e diabete sono due di queste) rappresentano un sovraccarico del sistema circolatorio e aumentano il rischio di sviluppare vene varicose, dal momento che il grasso accumulato nell'addome aumenta la pressione sulle navi e ostacola il normale flusso di sangue, che crea tasche nelle vene delle gambe.

Fumo

Le sostanze che entrano nella composizione della sigaretta lasciano il sangue più viscoso, che ostacola la circolazione e favorisce il suo accumulo nelle vene delle gambe. Lasciare cadere la sigaretta è una misura non solo delle gambe, ma del beneficio di tutto il corpo;

Tacchi alti

Alcuni studiosi sostengono che non rappresentano un rischio maggiore. Il fatto è che l'uso di routine di tacchi molto alti e sottili in grado di mantenere i muscoli delle gambe contratte per un lungo periodo, ostacolo che rende difficile il ritorno venoso del sangue e permette di parte di esso viene trattenuto nelle vene delle gambe e dei piedi. 

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
benesseresalutecorpovenevaricosefattoririschio
Loading...