Consigli

Sette alimenti ricchi di vitamina D che dovrebbero essere presenti nella tua dieta in inverno

Gli alimenti ricchi di vitamina D rafforzano l'immunità, migliorano l'umore e sono necessari in qualsiasi momento, soprattutto in autunno e in inverno.  Come tutti sappiamo, la principale fonte di vitamina D è la luce solare, ed è proprio quello che ci manca nelle giornate autunnali e invernali. Da qui la necessità di alimenti nella dieta quotidiana che contengano questa vitamina.

Oltre a rafforzare l'immunità e migliorare l'umore, la vitamina D riduce il rischio di alcune malattie autoimmuni, protegge muscoli e nervi. Alcuni studi hanno dimostrato che questa vitamina riduce il rischio di alcuni tumori. I sintomi della carenza di vitamina D sono diversi in ognuno. Oltre al dolore muscolare e ai crampi, i sintomi possono includere sensazioni di letargia e sbalzi d'umore.

Ecco alcuni alimenti ricchi di vitamina D.

1. Pesce azzurro

Il pesce azzurro come il salmone, la trota e lo sgombro soddisfano completamente il fabbisogno giornaliero di vitamina D. Altri pesci freschi che contengono questa vitamina sono pesce gatto, carpa, sciabola e frutti di mare.

Anche le aringhe, il tonno e le sardine sono ricche fonti di vitamina D, ma sono anche un'opzione più economica rispetto ai suddetti tipi di pesce. Tuttavia, questo tipo di pesce contiene anche metilmercurio, un tipo di composto tossico, quindi non è consigliabile mangiare pesce in scatola più di due volte a settimana.

3. Olio di fegato di merluzzo

L'olio di pesce contiene generalmente vitamina D e il merluzzo viene prima di tutto. I nutrizionisti consigliano di assumere un cucchiaio di olio di pesce al giorno (per fortuna oggi ci sono le capsule).

4. Funghi

Se non ti piace il pesce o sei vegano, puoi ottenere la vitamina D nel corpo attraverso i funghi.

5. Uova

Le uova sono anche una buona fonte di vitamina D, che si trova esclusivamente nel tuorlo.

6. Latte

Il latte di mucca contiene abbastanza vitamina D per soddisfare il fabbisogno giornaliero, ma se sei vegano, puoi trovare questa vitamina come integratore di alternative come il latte di soia, di mandorle o di avena.

7. Yogurt

Una tazza di yogurt contiene circa il 20% della dose giornaliera raccomandata di vitamina D e, invece dello yogurt, si consiglia il tofu come opzione vegana alternativa.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
benesseresalutebeneficiricchivitaminaimmunitàcibo
COMMENTA