Curiosità

Una coppia ha adottato 88 bambini disabili abbandonati da genitori biologici

Alcune persone nascono con un cuore pieno di amore da dare e sono disposte a offrirlo a tutti coloro che ne hanno bisogno, anche se richiede un completo cambiamento di vita.

Un ottimo esempio di questo sono Camille e suo marito, Mike Geraldi, della città di Ellijay, Georgia (USA). Negli ultimi quattro decenni, hanno adottato e assunto la piena responsabilità di 88 bambini. E un dettaglio: tutti con qualche tipo di disabilità, quindi sono stati respinti dai loro genitori biologici.

In un'intervista con la CNN, spiegano l'intera storia con i bambini.

Disabilità intellettiva, spina bifida, sindrome di Down, autismo e deformità facciali estreme. Queste sono alcune delle condizioni delle persone di cui la coppia ha deciso di prendersi cura e di amare. "I bambini che abbiamo adottato sarebbero dovuti mori*e", ha detto Geraldi, 68 anni. "Ma molti di loro sono vissuti", ha detto.

Unione per amore e famiglia

Anche quando non si conoscevano ancora, Camille, che è un'infermiera, e Mike, un pediatra, avevano già un affetto speciale per i bambini e si dedicavano a prendersi molta cura di loro. Camille si era già presa cura di tre bambini quando era single, e non voleva lasciar perdere:

Quando Mike mi ha chiesto di sposarlo, gli ho detto che volevo fare una casa per bambini disabili, e lui ha detto: "Voglio seguire il tuo sogno".

La prima adozione della coppia è stata nel 1986, da allora, entrambi si sono uniti e si sono rafforzati a vicenda e, nel corso degli anni, hanno affrontato le gioie della famiglia e anche il dolore di perdere 32 bambini.

La coppia ha assicurato che sarebbero crsciuti tutti secondo una normale routine, che avranno le proprie responsabilità e di saranno incoraggiati ad avere quanta più indipendenza possibile. In effetti, molti di loro oggi gestiscono la propria vita, vivono in altri luoghi e si dedicano alle proprie attività.

Le difficoltà lungo la strada

Tuttavia, le cose non erano sempre facili per loro. Nel 1992, la loro casa è stata distrutta dall'uragano Andrew e hanno dovuto trasferirsi nella Carolina del Nord e nel 2011, mentre erano in campeggio, la proprietà è stata colpita da un fulmine che ha distrutto la casa di famiglia e le auto.

È stato un periodo di grande difficoltà, ma hanno trovato una nuova casa a Ellijay, dove tutt'ora vivono, e non hanno smesso di adottare bambini speciali.

Durante tutti questi anni, alcuni bambini sono m*rti, altri sono cresciuti e vivono con loro, altri hanno continuato con la propria vita, ma sono tutti sicuri di essere cresciuti con molto amore.

Frutti d'amore

Mike è mor*o nel 2016, a causa del mesotelioma, una rara forma di cancro causata dall'amianto, ma nonostante tutto il dolore della perdita, Camille ha continuato a dedicarsi alla missione della coppia e ha fondato la Possible Dream Foundation, per aiutare gli altri attraverso istruzione e risorse su come prendersi cura delle persone con bisogni speciali.

Il sito ufficiale della fondazione dice : "Anche se suo marito non è più fisicamente qui, il suo spirito vive su coloro che sono venuti per aiutarla a raccogliere fondi e continuare la missione che ha sempre perseguito".

Con il sostegno di Camille e Mike, molte persone hanno avuto l'opportunità di vivere, ricevere amore e andare avanti con la propria vita.

La loro storia di vita è stimolante e certamente lo erano e rimangono angeli di luce che fanno la differenza in questo mondo grazie alla loro empatia unica.

Condividi questo articolo sui tuoi social network e fai conoscere la loro storia!

Tags
adozionebambinidisabili88luceempatiastoriastimolanteopportunità
COMMENTA