CuriositàIn Giappone, gli studenti puliscono i bagni delle scuole per apprendere la collettività e la valutazione dell'equità

07/05/2019 - 16h

Tu, madre o padre di un bambino in età scolare, ti sei mai chiesto quale fosse il rapporto tra tuo figlio e la scuola che sta studiando? Sa che sta godendo di uno spazio collettivo e, quindi, ha anche la responsabilità della conservazione dell'ambiente?

La civiltà e la valutazione del patrimonio sono lezioni importanti da trasmettere a un bambino, dopotutto, si può affermare che il desiderio di vivere in un mondo più civile è quasi un consenso.

In Giappone, queste nozioni di responsabilità verso la comunità sono già state trasmesse a scuola. Gli studenti lì assumono il compito di pulire i bagni della scuola, e quindi imparano anche a valutare il patrimonio. Non è bello?

''A scuola, lo studente non studia solo le materie, ma impara anche a prendersi cura di ciò che è pubblico e di essere un cittadino più consapevole", spiega il professor Toshinori Saito.

"Nessuno si lamenta perché è sempre stato così." Un'altra pratica molto curiosa per noi occidentali, riguardo ai metodi usati nelle scuole giapponesi, è che non ci sono sale da pranzo.

Gli studenti mangiano nella propria classe e sono loro che organizzano tutto e servono i loro compagni di classe. Dopo pranzo, è ora di pulire la scuola.

Gli studenti sono divisi in gruppi, ognuno dei quali è responsabile del lavaggio di ciò che è stato usato nel pasto e della pulizia della classe, dei corridoi, delle scale e dei bagni in un sistema rotante coordinato dagli insegnanti.

Se questo articolo ti è piaicuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
curiositàscuolaGiapponepulirestudenticollettivitàequità
Loading...