BenessereI vaccini causano l'autismo? I 6 miti più grandi e perché sono tutti falsi!

21/03/2019 - 13h

La ragione di questo è il famoso dibattito sui vaccini. Da un punto di vista scientifico, non dovrebbe esserci dibattito, ma certe teorie non consentono alle persone di ripristinare la piena fiducia nei vaccini. Combinati con acqua pulita e igiene, i vaccini sono uno dei modi più efficaci per prevenire le malattie e salvare milioni di vite ogni anno.

Allora perché le persone scelgono così facilmente di non proteggere i loro piccoli?

Le persone che si oppongono alla vaccinazione ti dicono cose che possono spaventarti e, se non conosci bene le cose che dicono, puoi facilmente accettare la loro opinione. Bene, cos'è vero e cosa no? Vedi alcuni dei miti dei vaccini più famosi e perché si sbagliano.

1. I vaccini causano l'autismo

Il mito che i vaccini causano l'autismo è costantemente presente. Il mito è apparso per la prima volta nel 1998 sul quotidiano "Lancet" ed è stato proposto da Andrew Walkfield (che non è un medico). Ha affermato che il vaccino MMR potrebbe essere correlato all'insorgenza dell'autismo. Ma quello che non ha menzionato è che ha avuto diversi conflitti ed è stato pagato da avvocati che erano contro i produttori di vaccini MPR. Nel corso del tempo, più precisamente nel 2010, il tutto è stato scoperto. Andrew fu classificato come "disonesto, immorale e senz'anima", e fu anche accusato di frode. Ma non appena l'idea è emersa, gli scienziati hanno iniziato a esplorare, soprattutto perché riguardava la salute di molte persone. La prova più duracontro questa teoria viene dal Giappone quando l'MMR è stato sostituito da un vaccino nel 1993. Ma l'esordio dell'autismo ha continuato a crescere e la causa è ancora sconosciuta, ma i vaccini non sono certamente da biasimare.

Un recente studio che ha coinvolto 8 diversi vaccini ha dimostrato ancora una volta che non esiste alcuna connessione tra autismo e vaccinazione. Tuttavia, il mito è ancora presente.

2. Le spine e la polio non esistono, quindi non c'è bisogno di un vaccino

Queste malattie sono scomparse proprio a causa dei vaccini. L'India da quasi 2 anni non ha avuto un caso di poliomielite a causa dei campi che offrono vaccinazioni. Nel 2005, l'Australia è stata dichiarata un paese libero dal morbillo prima che iniziassero i complotti contro i vaccini, ma con la loro ignoranza della malattia, è tornato di nuovo. L'importanza dei vaccini può essere osservata anche in Galles, dove attualmente c'è un'epidemia di varicella con oltre 800 casi e persino un decesso. In molti modi, i vaccini sono le vittime del loro successo e ci fanno dimenticare quanto male possano essere le malattie, che possono essere prevenute.

3. Le persone vaccinate hanno maggiori probabilità di ammalarsi rispetto ad altre

Questo è vero, ma ciò non significa che i vaccini non funzionino. È importante sapere che non sono efficaci al 100% e non funzionano come scudo protettivo. Quindi, sebbene vi sia l'opportunità di ottenere la malattia contro cui siete stati vaccinati, i sintomi e la sua gravità saranno significativamente ridotti. Le persone vaccinate hanno molte meno complicazioni. Poiché la maggior parte della popolazione è vaccinata, è chiaro che la maggior parte delle persone che si ammalano per una malattia saranno vaccinate. Ma avranno meno complicazioni e meno problemi a lungo termine rispetto ad altri.

4. Le persone non vaccinate non influenzano la protezione dei vaccinati

La vaccinazione non è solo un problema personale, è una responsabilità della comunità, principalmente a causa di un concetto noto come "immunità della comunità". Questo concetto spiega che i vaccini prevengono le epidemie. Alcune persone non credono nella validità di questo concetto, ma per assicurarsi che sia sufficiente osservare i luoghi in cui il numero di persone vaccinate è molto piccolo. Un altro fattore importante nell'immunità comunitaria è che protegge le persone che per qualche motivo non possono essere vaccinate. Questi includono molti bambini piccoli, malati di cancro o anziani.

5. I vaccini contengono veleni

Se cerchi su Google, otterrai un elenco di ingredienti che sembrano davvero terribili. Alcune di queste liste sono false, come l'affermazione che esiste un anti-fregio nei vaccini. Alcune sostanze chimiche (e ricordate che tutto è chimica) sono realmente presenti, ma in quantità molto piccole non hanno alcun effetto tossico sugli esseri umani. Ad esempio, una pera ha 600 volte più formaldeide di un vaccino. È importante rendersi conto che il veleno è nella dose, in grandi quantità anche l'acqua può uc*iderti. Inoltre, se senti che i vaccini vengono messi direttamente nel flusso sanguigno, questo non è vero.

6. I vaccini influenzeranno l'immunità immatura nell'infanzia

Un recente sondaggio di questa opinione è stato fatto presso l'Institute of Medicine negli Stati Uniti. Gli esperti hanno cercato prove che i vaccini siano associati a asma, ipersensibilità, convulsioni, problemi nello sviluppo infantile e autismo. Hanno concluso che i vaccini sono sicuri per i bambini. Il numero di sfide immunitarie che i bambini "combattono" ogni giorno (tra 2.000 e 6.000) è significativamente più alto del numero di antigeni in tutti i vaccini messi insieme.

Cosa ne pensi? Lascia un commento qui sotto e condividi l'articolo!

Tags
vaccinimitifalsisbagliati
Loading...