CuriositàSindrome di burnout: sai di cosa si tratta?

11/03/2019 - 16h

Ci sono molte malattie e sindromi che non tutti conoscono. Hai sentito parlare di "sindrome da burnout"? Sappi che esiste ed è qualcosa di serio, complicato ed estenuante. 

Sindrome di burnout

Burnout (sostantivo) è il nome usato per il termine medico, che è un disturbo psichico di carattere depressivo, preceduto da un intenso esaurimento fisico e mentale, la cui causa è strettamente legata alla vita professionale.

Anche se era qualcosa di recente, il disturbo fu diagnosticato per la prima volta nel 1970 da uno psicoanalista di New York, lui stesso. Da allora, la frequenza di questo disturbo è solo aumentata.

Il personaggio di coloro che soffrono di Burnout proviene da una persona che cerca successo e piacere nella vita professionale, è estremamente applicato e cerca costantemente il meglio di se stesso.

Nonostante tutto il successo che la persona può avere sul lavoro, il non riconoscimento di tutti i loro sforzi inizia a trasformarsi nel Burnout, che ha dodici fasi:

• Necessità di affermare o dimostrare di essere sempre in grado

• Dedica avanzata, in prevalenza la necessità di fare tutto da soli e in qualsiasi momento della giornata (immediatezza);

• Bisogni personali come mangiare, dormire, uscire con gli amici inizia a perdere significato;

• Stress di conflitto: il portatore si rende conto che qualcosa non sta andando bene, ma non affronta il problema. È quando si verificano manifestazioni fisiche;

• Reinterpretazione dei valori: isolamento, fuga di conflitti. Quello che un tempo aveva valore subisce la svalutazione: tempo libero, casa, amici e l'unica misura di autostima è il lavoro;

• Negazione dei problemi, in questa fase gli altri sono completamente svalutati, percepiti come incapaci o poco performanti. I contatti sociali sono respinti, il cinismo e l'aggressione sono i segni più evidenti;

• Raccolta e avversione alle riunioni (anti-socializzazione);

• Cambiamenti evidenti nel comportamento (difficoltà ad accettare determinati giochi con buon giudizio e buon umore);

• Depersonalizzazione (evitare il dialogo e dare la priorità a e-mail, messaggi, messaggi, ecc.);

• Vuoto interiore e sensazione che tutto sia complicato, difficile ed estenuante;

Continua a leggere...
Tags
attualit
Loading...