“Mio padre è uscito di casa quando avevo solo pochi mesi e mia madre si occupava delle bollette, delle nostre cure quotidiane, dei problemi domestici… e di tutta la famiglia, lei, mio fratello e io. 

Mio padre se n'è andato perché, evidentemente, la nostra casa non gli bastava, perché la responsabilità non era "sua", perché la sua libertà era molto più importante di noi e va tutto bene.

Per fortuna e con affetto mio nonno ha preso il suo posto, nessuno gli ha chiesto se voleva, ma comunque sapeva che qualcuno doveva fornirci una figura paterna, sapeva che qualcuno doveva aiutarci a insegnare ciò che era giusto o sbagliato. 

Sapeva che qualcun altro doveva insegnarci come andare in bicicletta, mostrare le tabelline e leggere le favole della buonanotte. Sapeva che qualcuno doveva fare queste cose mentre mia madre lavorava per farci andare avanti. 

Lo ha fatto di cuore, lo ha fatto con tutta la nobiltà della sua personalità, lo ha fatto con tutto l'amore che aveva tenuto dentro di sé soprattutto per darci. Lo ha fatto perché ci ha amati dal primo giorno in cui ci ha visti.

Oserei dire che non avremmo nemmeno bisogno di una sua foto, perché se ne è preso cura nostro nonno, non perché ha cercato di rimpiazzarlo, ma perché l'ha fatto molto meglio di mio padre. Perché era responsabile di trasmettere valori, regole, umiltà e nobiltà alla nostra convivenza, così come li aveva già nel suo essere.

Perché non ci sono mai mancati baci o abbracci inaspettati che hanno asciugato le nostre lacrime. Non ci sono mai mancate parole di motivazione e speranza, che ringraziamo e formiamo per essere gli adulti che siamo oggi.

Mio nonno era più simile a mio padre, un essere umano eterno che è ancora vivo in me, anche se oggi non è più necessario a casa. Mio nonno, l'uomo che si è trasformato in luce, che dopo averci acceso, ora è responsabile dell'illuminazione del cielo. Mio nonno, l'uomo che mi ha visto crescere e oggi, grazie a lui, sono quello che sono.

Grazie a mio nonno per l'affetto, l'amore e l'essere umano che mi hai fatto, perché senza di te niente sarebbe stato lo stesso."

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!