BenessereMalattie renali: i 5 sintomi da non sottovalutare:

28/10/2017 - 19h

Il corpo umano è un sistema incredibile che esegue funzioni specifiche, e come tale ogni parte è importante. Oggi parliamo dei reni. 

Questi organi a forma di fagiolo, situati nella parte inferiore della gabbia toracica, sono responsabili della rimozione dei residui e del liquido extra dal corpo mantenendo sotto controllo i livelli di potassio e sodio. Ecco perché, quando qualcosa va storto nei reni, ci possono essere complicazioni potenzialmente pericolose per la vita. Il rischio è maggiore se si ha alta pressione sanguigna, diabete o storia familiare. Le persone di età superiore ai 60 anni hanno una maggiore frequenza di questi tipi di problemi renali. Qui sono cinque segnali a cui dovresti prestare attenzione.

1. Basso livello di energia e concentrazione

Quando una persona comincia a provare una grave diminuzione della funzione renale, può portare ad un accumulo di tossine e impurità nel sangue. Pertanto, la conseguenza può essere che si sente molto stanco, debole, o si concentra su compiti semplici. E' vero che la stanchezza potrebbe essere dovuta anche allo stress, ma prestate molta attenzione.

2. Problemi a prendere sonno

Quando i reni attraversano gravi difficoltà nel filtrare l'eccesso correttamente, le tossine rimangono nel sangue piuttosto che essere scartate attraverso l'urina. Pertanto, questo può rendere la persona che ha problemi a dormire. 

3. Pelle secca e prurito

I reni che svolgono la loro funzione svolgono perfettamente diversi compiti importanti, tra cui la rimozione di rifiuti e di liquidi corporei, aiutando a produrre i globuli rossi, mantenendo le ossa forti e lavorando per stabilire la giusta quantità di minerali nel sangue torrente. 

4. Ricorrente necessità di far pipì

Se hai cambiato di recente le tue abitudini di urina, e c'è una grande differenza tra prima e ora, dover andare più spesso nel bagno, specialmente di notte, potrebbe essere un segno di malattie renali. Rivolgiti al tuo medico curante. 

5. Gonfiore alle caviglie e piedi

La diminuzione della funzione renale può anche portare alla ritenzione di sodio, causando un grande gonfiore nei piedi e nelle caviglie. Questa infiammazione nelle estremità inferiori può anche essere un segno di malattie cardiache, malattie epatiche e alcuni problemi cronici delle vene delle gambe, correlate alla circolazione del sangue. 

Non esitate a consultare il medico se notate uno di questi sintomi, anche se pensate non sia correlato ai reni.

Tags
malattierenisintomi