L'amore è qualcosa di interno, che va al di là di ciò che è là fuori, penetra attraverso i pori, ruba un posto nella nostra anima, senza fanfare, micro e macroscopicamente, ma senza essere visto.

Il nostro interno dipende da azioni, sentimenti, che ci causano, oltre i nostri occhi. Fin dall'inizio siamo attratti dall'aspetto, dalla combinazione e dall'armonia dei tratti, dalle azioni minimali, dai gesti, dal sorriso poi, ah, dal sorriso.

Il bello incanta gli occhi, ruba la messa a fuoco, tutto nella vita. Sii momenti, oggetti, luoghi o persone. Ma quando l'agitazione finisce, si instaura il silenzio, la bellezza non può sostenersi senza un altro pilastro, senza ciò che non vediamo ma è essenziale.

Infatti, con il passare del tempo rimane solo ciò che ha avuto effetto nelle profondità del cuore e dell'anima, in un modo così potente, unico e speciale, che i paramenti, i mobili chic, o anche quel lago profondo che è l'occhio azzurro non non sono niente in confronto.

Tanto che non è difficile accadere alla bella apparenza di chi inizialmente non aveva qualcosa che catturasse l'attenzione. Ciò che è più prezioso in tutto questo è essere sicuri di ciò che stiamo cercando, così come di ciò che vogliamo evitare nelle nostre vite.

Se siamo pienamente consapevoli che non possiamo accontentarci di ricevere meno di quanto meritiamo, portiamo un bagaglio da condividere, da dividere e da aggiungere.

Raramente porteremo nella nostra vita qualcuno che usa solo noi, mente, niente di buono ritorna. È necessario vedere oltre ciò che è davanti agli occhi per vedere ciò che l'altro ha da offrirci, quanto è vero, la volontà di stare insieme.

Il vero amore è reciproco, intenso, con pilastri profondi, oltre la superficie delle apparenze, resiste e persiste. Viviamo per sempre in cuori che sono stati toccati con grande devozione e sincera felicità. È così che l'amore rimane ed è così che diventiamo eterni.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!