A volte non capiamo perché una determinata famiglia affronta le stesse difficoltà, anno dopo anno, pioggia o sole. La generazione va, viene, tua madre ripete gli stessi errori di tua nonna e ti sembra di andare sullo stesso piano della carrozza.

Il tempo passa velocemente e non impari dagli errori dei tuoi antenati, ripetendo gli stessi gesti e atteggiamenti tossici, e prendendo la stessa scorciatoia che ti porta alla frustrazione, alla bancarotta e all'esaurimento emotivo.

Perché tutto cambi, devi solo prendere una strada diversa. Vivere in posti diversi può farti bene. Se tuo nonno era un fornaio, proprietario di un mestiere ereditato da tuo padre e tutta la famiglia lavorava in quell'ambito, ciò non significa che dovresti seguire lo stesso percorso. Studia altre possibilità, infrangi le regole e, se necessario, anche le tradizioni.

Se questo ti rende felice e motivato, continua sulla strada dei tuoi bisnonni, ma non dimenticare che hai un'identità e una personalità da plasmare. Sono nate altre professioni, è un nuovo secolo. Salva la tua famiglia e potenzia le tue prossime generazioni!

Vedi le 8 caratteristiche di una famiglia tossica. Verifica se la tua famiglia segue uno di questi modelli:

1. Mancanza di solidarietà: sanno che i loro parenti attraversano momenti difficili, ma invece di alzarsi e offrire la propria mano, aspettano le grida di angoscia e disperazione.

2. Competitività: gareggiano sempre per vedere chi è il migliore, chi ne sa di più.

3. Confronto: confrontano sempre i figli con il cugino di successo, confrontano l'auto, la casa e il divano.

4. L'abitudine di non risparmiare: una buona famiglia, anche se non hai tanti soldi, dovrebbe avere l'abitudine di risparmiare, evitare spese inutili e avere una riserva per la protezione e la sicurezza della famiglia. Certo, dobbiamo vivere oggi senza pensare al domani, ma in questo caso si tratta di amore e risparmio di denaro è la garanzia che la tua famiglia non avrà fame, freddo o altre grandi difficoltà.

5. Iperprotezione: l'iperprotezione soffoca, distrugge l'essere umano, togliendo la libertà di scelta, il diritto di andare e venire, l'autonomia, l'individualità e la privacy, costruendo esseri falliti e dipendenti, senza equilibrio emotivo.

6. Disprezzo: chiedi a tuo figlio come è andata la giornata a scuola, con chi ha scherzato, quali attività ha sviluppato, chi sono i suoi amici, su quali argomenti ha più difficoltà o affinità. Chiama tuo nonno per giocare a scacchi, accompagnare tua nonna in fiera o portarli in una sala di ballo. Sii presente alle esibizioni di tuo nipote, che si tratti di una famiglia.

7. Aggrapparsi al fallimento: aggrapparsi al fallimento è usare frasi negative e aggettivi come "Non posso", "Non voglio", "questo non è per me", "Non ho vestiti per andare", "non so che se lo farò "," Mi vergogno "," È troppo lontano"," Lascio passare ad un altro giorn ", Paura di incontrare persone e luoghi diversi, paura persino di parlare.

8. Insicurezza: una famiglia insicura perde grandi opportunità, per paura di rischiare.

Esci dalla zona di comfort, il mondo è immensamente bello, pieno di possibilità di successo!

Sii coraggioso, non dire che non puoi! Dire che non sai come fare significa che non vuoi imparare. Ogni giorno è giorno di apprendimento! La famiglia è il nostro bene più prezioso! Prenditene cura con affetto e intelligenza!