Curiosità

La donna mostra i baffi sui social e smette di usare i filtri per "abbassare gli standard di bellezza"

  • Joanna si mette il mascara sui peli del labbro superiore per farli risaltare ancora di più.
  • Cercando di sensibilizzare i suoi follower sul fatto che i filtri utilizzati nelle app e nei social network finiscono per generare insoddisfazione corporea, la giovane elogia le caratteristiche naturali. Gli standard di bellezza sono sempre stati quasi irraggiungibili, indipendentemente dalla generazione e dalla stagione.

    Negli anni '20, ad esempio, le donne avevano un aspetto infantile, con labbra dipinte a forma di cuore e capelli corti à la garçonne. Negli anni '50 avevano bisogno di avere curve, seno pieno e assomigliare a Marilyn Monroe. Fu proprio in questo periodo che vennero effettuati i primi interventi estetici chirurgici, molte donne soffrivano di iniettare silicone industriale nel corpo per raggiungere l'ideale.

    Ma non finisce qui, nel 1960 il modello Twiggy è in ascesa, e l'ideale della magrezza nel mondo della moda inizia a essere inseguito insieme a capelli cortissimi e occhi ben fissati. Due decenni dopo, iniziò il culto del corpo e della forma fisica, fortemente potenziato da artisti che si allenavano frequentemente e da esercizi aerobici venduti su cassette VHS.

    L'attuale standard di bellezza, ad esempio, elogia il corpo sinuoso, che ricorda Kim Kardashian, con labbra grandi e sopracciglia più folte. Il problema con tutti questi standard è che non tutte le donne saranno in grado di rispettarli, semplicemente perché non sono nate come erano in quel decennio.

    Questo è esattamente ciò che l'estetista e influencer digitale Joanna Kenny cerca di spiegare con le sue pubblicazioni. Abituata a lavorare con il trucco, usa la pittura per mostrare la differenza tra i volti che cercano di raggiungere uno standard di bellezza e quelli più naturali, incluso mostrare che le donne hanno i peli sul viso.

    Rendendosi conto che i social network e le app stavano aiutando le persone di tutto il mondo a essere insoddisfatte del proprio corpo, Joanna ha iniziato a mostrare il suo vero volto, con segni, imperfezioni, acne e brufoli, in contrasto con i filtri.

    L'idea principale è quella di aiutare le donne ad accettare se stesse sempre di più, mettendosi a proprio agio nel proprio corpo. Con oltre 83.000 follower su Instagram, anche corpi reali, smagliature e cellulite compaiono frequentemente sul suo feed .

    Una delle cose che più attira l'attenzione del pubblico è quando Joanna si applica il mascara sul labbro superiore, marcando ancora di più i suoi baffi e dimostrando che non c'è problema a non radersi o semplicemente ad accettare il corpo così com'è.

    In una delle sue pubblicazioni, spiega di essere cresciuta credendo che i peli sul corpo femminile fossero sinonimo di scarsa igiene, mentre i corpi maschili non lo erano. Oggi si rende conto che questo è qualcosa che dovremmo lasciare nel passato, principalmente perché è una "grande bugia".

    Il modo in cui cerca di offrire strumenti alle altre donne per accettarsi è sempre lodato dai follower che spesso spiegano come il loro profilo le aiuti a disintossicarsi dai social network. La proliferazione di profili che mostrano corpi perfettamente modellati dalla chirurgia finisce per lasciare migliaia di giovani insoddisfatti di quelli che credono essere "difetti", quindi Joanna si impegna a influenzare la body positivity.

    Tags
    followerbellezzasocialbaffi
    COMMENTA