Curiosità

In Nuova Zelanda, gli animali sono riconosciuti come "esseri senzienti"

Anche gli animali hanno sentimenti e meritano di essere rispettati e amati. Per molte persone, gli animali fanno parte della famiglia e ricevono lo stesso affetto, attenzione e importanza dei membri della famiglia stessa. 

Tuttavia, c'è chi non li rispetta e finisce per esporli a dure realtà di violenza, mancanza di sostegno e abbandono. È molto comune vedere gli animali per strada lasciati dai loro proprietari come oggetti senza valore o sentimenti, e che hanno bisogno di sopravvivere da soli, contando sulla sensibilità degli estranei per strada.

Questa è una realtà molto triste, che deve essere combattuta duramente, in modo che questi esseri molto speciali possano guadagnarsi la vita che meritano. In questo senso, la Nuova Zelanda, in Oceania, ha compiuto un passo molto importante.

Come riportato da The Independent, nel 2015 il governo locale ha riconosciuto giudizialmente gli animali come esseri “senzienti”, cioè con la capacità di sentire le cose consapevolmente.

Insieme a questo riconoscimento, c'è stato anche un cambiamento nella legislazione sul benessere degli animali. La nuova legge stabilisce che è necessario che gli animali siano riconosciuti come esseri con la capacità di sentire e che i loro proprietari si prendano cura del loro benessere.

La dott.ssa Virginia Williams, presidente del National Animal Ethics Advisory Committee, ha commentato la decisione:

"Affermare che gli animali sono senzienti significa affermare esplicitamente che possono provare emozioni positive e negative, inclusi dolore e angoscia". Ha aggiunto che "l'esplicitazione è la novità e segna un altro passo nel viaggio verso il benessere degli animali".

La decisione va ben oltre il contatto quotidiano dei proprietari con i loro animali. La stessa decisione si applica anche ai test scientifici sugli animali.

Il governo ha anche iniziato a richiedere controlli che confermino "la valutazione dell'adeguatezza dell'uso di alternative non senzienti o non viventi" nei progetti e se "la sostituzione degli animali come soggetti con adeguate alternative non senzienti o non viventi" diventi uno stato di fatto.

Il presidente dell'associazione veterinaria della Nuova Zelanda, il dottor Steve Merchant, ha affermato che la nuova legislazione è in linea con il mutato atteggiamento della popolazione nei confronti degli animali all'interno della società.

Il cambiamento nel Paese è sicuramente un grande passo avanti nella comprensione e nel rispetto degli animali. Congratulazioni alla Nuova Zelanda e possa questo esempio diffondersi.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
animalisentimenticonsenzientirispettoamoresocietàsensibilità
COMMENTA