Cane

Il proprietario porta il cane per l'ultima passeggiata prima dell'ultimo saluto

La scoperta di un cancro in stadio avanzato nel suo amico canino ha fatto decidere al suo proprietario di trascorrere gli ultimi istanti facendo ciò che l'animale amava di più! Gli animali domestici sono i membri della famiglia che scegliamo di avere al nostro fianco. Quando uno entra a far parte della routine della casa, ci aspettiamo che viva una vita buona e lunga.

Creiamo facilmente attaccamento agli animali che ci circondano, è come se, dopo un po', capissero cosa sta succedendo nella nostra testa. I cani, ad esempio, sanno quando stiamo per arrivare, e ci accolgono con il più grande amore e affetto del mondo, sono sempre di buon umore e hanno un sentimento puro e incondizionato.

Dopo aver creato il legame, la cosa peggiore che esiste è quando, per qualche motivo, dobbiamo dire addio al nostro partner. Sembra sempre che gli animali possano vivere più a lungo, sembra sempre che se ne vadano troppo presto. A Hermosilla, in Messico, il professore dell'Università Tecnologica di Guaymas, Jesus Villelas Rivera , ha vissuto qualcosa di simile.

Eterno amante dei cani boxer, Gesù aveva un fedele compagno di nome Mace. Secondo lui il nome sarebbe stato dato perché, in spagnolo, “macermoso” significa più bello, nome che si addiceva al compagno canino. Una delle cose che piaceva di più a Mace erano i normali giri in macchina.

Il cagnolino è salito sul retro del camion di Gesù e si è goduto il panorama, il vento nella pelliccia e il momento trascorso con il suo padrone. "Era un rapporto meraviglioso! "Ma, sfortunatamente, una triste notizia lasciò Gesù scosso e scontento: Mace aveva un cancro in stadio avanzato.

La malattia è stata devastante, oltre a mettere fine alla qualità della vita del cucciolo, gli ha anche causato un profondo dolore. In un commovente post sulla pagina “Perros Boxer en Hermosillo” (cani boxer a Hermosillo), Gesù racconta che Mace stava perdendo la lotta contro il cancro, e l'aveva accettata.

Pur con profonda tristezza, ha rivelato di aver deciso di sacrificare Mace, il suo cane e migliore amico, per poter riposare in pace. La decisione era già stata presa, per ridurre la sofferenza di Mace, quindi era meglio lasciarlo andare. Una cosa così difficile da decidere, se qualcuno fosse chiesto, nessuno vorrebbe vedere soffrire il proprio caro compagno domestico.

Gesù, vicino all'addio, decise di fare un'ultima cosa: portare Mace alla sua ultima cavalcata! Gesù racconta che fu per lui un momento di profonda tristezza e che aveva il cuore spezzato e la sua anima piena di dolore. Il migliore amico “macermoso” che Gesù aveva camminato per le strade della sua città come gli era sempre piaciuto, per Gesù, quello era un momento solo per loro due.

Sfortunatamente, Mace lo salutò lo stesso giorno, ma sentendosi amato e rispettato. Erano migliori amici e il cucciolo poteva avere un proprietario molto amorevole e in cattività. Possiamo essere sicuri che Mace è in un posto migliore ora, senza soffrire o provare alcun dolore, sapendo che Gesù era il suo grande amico e compagno.

Tags
compagnovitacanecancroanimaleamorepadrone
COMMENTA