CuriositàGli storici affermano che Hitler aveva solo 4 denti ed era vegetariano

14/06/2018 - 14h

Adolf Hitler, aveva rivelato con l'aiuto di alcuni studiosi alcune caratteristiche della sua persona. Il leader tedesco, che ha guidato una guerra che è culminata con la morte di 45.000.000 di persone di diverse nazionalità, ha altre particolarità che riguardano principalmente la sua igiene orale.

I suoi denti sono diventati il bersaglio di studi di ricerca e non in modo positivo.

Non è noto se per mancanza di igiene orale o per semplice cattiva genetica, ha avuto i suoi denti abituali sostituiti da corone, che consistono nella fissazione di protesi che coprono un dente esistente ma danneggiato. Inoltre, aveva diversi ponti, che hanno la stessa funzione della corona, ma in più ha la funzione di sostituire e ridurre o terminare lo spazio tra i denti.

Questo potrebbe essere il motivo per cui, secondo fonti storiche, aveva un costante alito cattivo. La mancanza di qualità dei denti di Hitler è stata fondamentale per i ricercatori per identificare i suoi resti nel tempo. 

Quello che i libri di storia ci dicono è che il 30 aprile 1945, dopo aver appreso che l'esercito alleato stava per prendere la nave, Hitler andò al suo bunker, fatto per resistere ai proiettili di guerra, e si suicidò con un colpo. Dopo questo atto, il corpo del Führer fu cremato, per paura di ciò che si poteva fare con il corpo dopo essere stato trovato dagli alleati.

Alcuni giorni dopo aver bruciato il corpo, il sito è stato scoperto e invaso dall'esercito. Con ciò, i resti di Hitler finirono per essere portati permanentemente in Russia. Da allora a pochissimi, per non dire nessuno, è stato concesso di avere accesso ai resti del leader tedesco. Ciò che restava era un pezzo di cranio, denti frantumati e la mascella del Führer. E così, sono emerse alcune teorie di cospirazione, alcune citando addirittura la possibilità che fosse fuggito in Brasile.

Ma la storia potrebbe ora essere confermata! Questo perché a marzo dello scorso anno l'FSB, il servizio segreto russo (che ha la stessa funzione del KGB), ha dato il permesso a un gruppo di patologi francesi di controllare i resti. Dopo gli studi, hanno deciso di pubblicare tutto in un articolo sulla rivista "European Journal of Internal Medicine". La prima affermazione che hanno fatto è che i resti, senza ombra di dubbio, appartengono a Hitler.

Sebbene non dimostrato dal DNA. Qui entra la protesi che ha dato ai ricercatori certezza che i resti possono appartenere solo a Hitler. I denti del leader tedesco erano così brutti che trovavano impossibile che potessero appartenere ad un'altra persona. Le persone responsabili della creazione bizzarra delle protesi di Hitler furono costrette dai sovietici a disegnare tutte le loro caratteristiche. 

Dei 32 denti che un adulto sano dovrebbe possedere, Hitler aveva solo 4 degli originali senza alcun intervento ed erano incisivi mandibolari. Poiché alcuni dei denti avevano macchie blu, gli scienziati hanno concluso che prendeva il cianuro per assicurarsi che la morte fosse certa, anche se lo sparo non era preciso. Inoltre, poiché i denti erano intatti, si è concluso che il colpo era nella zona della fronte o del collo. Ora è il turno della conclusione che pochi immaginavano: Hitler era vegetariano. Dopo una vasta ricerca di batteri presenti in bocca e nutrendosi di cibo avanzato, è stato affermato che non c'era nulla di origine animale. Solo un'enorme quantità di tartaro.

Tags
storiahitlergermaniadentivegetarianostoricitedesco