RiflessioniDobbiamo dare importanza a chi lo merita:

10/10/2017 - 23h

"Dobbiamo dare importanza a coloro che ci aggiungono". Può sembrare un pò drastico per te.

Per questo, e in primo luogo, dobbiamo definire quale sia il concetto di contributo personale.

Essi contribuiscono alla nostra crescita a tutti coloro che sono sinceri nei loro atti, voci e volontà. Le relazioni umane, lontana dall'essere uno scambio sulla base di "tu mi dai, ti do", è qualcosa che va oltre ogni bene materiale. Stiamo parlando di emozioni e soprattutto di emozioni positive che favoriscono la nostra crescita personale con questo scambio di esperienze e piccoli momenti che sollevano interi universi.

Viviamo in una società complessa spesso imputata a interessi personali e individualità. Giorno dopo giorno è spesso governato dalla competitività, e anche dalla desiderio di possesso. Ci sono coloro che desiderano controllare i loro compagni per paura di perdere loro, i genitori che sovrappongono i loro figli, amici che dominano gli amici per paura della solitudine, per paura di perdere il sostegno incondizionato e quotidiano.

In molte delle nostre relazioni interpersonali c'è un senso di egoismo che siamo consapevoli e ancora sopportati.

Cosa possiamo fare per queste situazioni? Qual è il modo più efficace per agire?

Imparare a costruire relazioni positive

Siamo chiari che non è solo una questione di allontanamento da tutti coloro che "non aggiungere nulla" a noi.

La vita reale non è come nei social network, dove c'è la possibilità di "eliminare gli amici". È abbastanza possibile che un membro della famiglia, lontano dall'arricchimento della tua vita, ti riempie di malessere.

Oppure hai un collega negativo, sconfitta e critico. Non possiamo cancellarli dalla nostra vita quotidiana. Significa semplicemente non dare loro l'importanza che meritano.

Evitali di influenzare le tue azioni o le tue parole finché non attraversate il confine dell'integrità emotiva o psichica. Ora, davanti a questo tipo di personalità dove la tossicità non lascia la zona critica, è meglio non dare potere a loro: né nella tua vita né nei tuoi pensieri. Limiti i limiti. Perché permettendogli di influenzarvi, accumulerai uno stress fisico e emotivo molto pericoloso.

Anche se in molte occasioni non è possibile controllare chi entra e chi lascia le nostre vite, abbiamo la capacità e la responsabilità di decidere chi è nei nostri cuori. La chiave di questa permissività, in questo modo di far conoscere la gente a chi ci aggiunge, è costruire relazioni positive.

Conosciamo i pilastri fondamentali:

1 - Costruire dipendenze sane

 Nel nostro spazio parliamo molto spesso dell'importanza di "evitare gli attaccamenti".

Ebbene, l'essenza è sapere come differenziare gli attaccamenti che ci causano sofferenze (quelle che ci portano a determinate esigenze), gli attaccamenti sani, dove vengono costruiti i legami di crescita. - Dobbiamo favorire gli attaccamenti basati sulla fiducia e non sull'ansia e sulla paura di essere abbandonati o traditi.

È fondamentale che ci sia un'armonia basata sulla maturità e sul rispetto reciproco.

2 - Sapere come soddisfare le esigenze di base

Negare che tutti abbiamo bisogno è di mettere una benda negli occhi. Affinché qualcuno possa veramente preoccuparsi di noi, deve essere uno scambio appropriato di guadagno personale.

- Un rispetto reciproco e la certezza che non saremo giudicati o rifiutati nell'esprimere i nostri pensieri.

- Campioni di affetto quotidiano: è questa sensazione di complicità che ci piace con le nostre amicizie, l'affetto altruistico dei nostri compagni ... È quello di offrire affetto di forma libera.

Tutti questi sono indubbiamente le radici che arricchiscono qualsiasi relazione positiva.

3 - Essere in grado di affrontare alcuni problemi

A volte quando hai un problema, qualcuno vicino a te, invece di contribuire alle strategie, o semplicemente mettendoti al tuo posto per capirlo, reclami per certe cose.

Sono queste persone che, lontano dall'assistere, affondano ancora di più. Cerchi di mantenere la distanza in questi casi e scegliere bene chi ti avvicina in questi momenti.

Le relazioni positive hanno come essenza un'armonia interna dove i problemi, lontani dall'essere ostacoli, sono occasioni personali per offrire aiuto, imparare e rafforzare il legame ancora di più.

4 - Relazioni positive ammettono errori

Se qualcuno del tuo contesto o più vicino non accetta il fatto che hai commesso alcuni errori, non sarà una relazione sana e emotivamente sicura. Sempre sapere affrontare l'esagerazione, i rapporti in cui non ci sono errori, dove non si dà l'opportunità di essere meglio.

Tutti facciamo errori, commettiamo errori, commettiamo errori e passiamo avanti a crescere personalmente. Tutti coloro che ti amano come te, con la loro correttezza, errori, manie e grandezza, sono persone che contribuiscono alla luce della tua vita.

Non perdeteli, cerchi di costruire relazioni positive!

Tags
Loading...