La maggior parte di noi ha amato persone che non erano adatte a noi e ad un certo punto della nostra vita è finita male. Forse il tempismo era sbagliato, forse avevamo bisogno di crescere individualmente, o forse erano solo lezioni di cui avevamo bisogno per diventare le persone che dovevamo diventare.

Hanno imparato ad abbracciare il dolore ed a vivere ogni giorno della loro vita con quel vuoto causato dalle persone che amavano.

Si incolpavano di non essere abbastanza bravi o di non aver combattuto così tanto per quella persona. Alcuni di loro si sono persino pentiti di aver incontrato quella persona e hanno desiderato poter tornare indietro nel tempo per rimediare ai propri errori.

Amare qualcuno, che sia giusto o sbagliato per noi, non è mai un incidente. Incontriamo persone o per cambiare la nostra vita o per noi cambiare la loro. Se cerchiamo di capire e guardare al positivo, ci sono buone ragioni per cui innamorarsi di una persona sbagliata, ma non è un colpo di fortuna.

Ci dice di cosa abbiamo bisogno in un partner: non ci accontentiamo di chiunque. È vero che l'amore non è abbastanza e altri fattori come la compatibilità, i desideri, la connessione sessuale contano. Iniziamo a cercare nei nostri partner criteri che ci aiutino a decidere con saggezza prima di perseguire qualcuno.

Costruiamo fiducia e amore per noi stessi: è divertente come le persone a volte dicano che potrebbero amare così tanto qualcuno anche se non si amano abbastanza. Ma ciò che è positivo nell'avere amor proprio è che non tolleriamo i cattivi comportamenti dei nostri partner perché apprezziamo di più il nostro valore. 

Non abbiamo paura di abbandonare una relazione se non veniamo trattati nel modo in cui meritiamo di essere trattati. Siamo fiduciosi in ciò che stiamo portando in tavola e il nostro valore non dipende da come ci trattano i nostri partner.

Impariamo ad amare qualcuno: anche se non ha funzionato, abbiamo imparato a trattare bene le persone e ad amarle nel modo in cui vogliamo essere amati. Anche se non abbiamo ricevuto il tipo di amore che abbiamo dato loro, abbiamo imparato a prenderci cura e ad amare veramente qualcuno.

Non rimpiangere che li abbiamo amati così tanto e che non hanno ricambiato i nostri sentimenti, ma sii grato per le lezioni e le esperienze.

Forse possiamo fare di meglio: quando si chiude una porta, se ne apre un'altra. Non avremo queste lezioni se non siamo fatti per qualcosa di meglio. Esaminiamo questi crepacuori come formazioni, che avevamo bisogno di imparare qualcosa da questi e continuiamo a crescere come persone migliori.

Solo perché qualcuno non ci ha apprezzato, non significa che nessuno lo farà mai. Continua a imparare, continua a migliorare e rendi questi dolori come ispirazione per essere più forti, più saggi e migliori.

Un giorno, ricorderemo tutte quelle esperienze dolorose che abbiamo avuto che ci hanno plasmato per diventare le persone che siamo ora. Non ricorderemo più il dolore ma le lezioni che abbiamo imparato da queste esperienze.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!