Curiosità

10 curiosità sul cervello umano che non conosci

Nessuna macchina che l'uomo può inventare nell'intera storia dell'umanità può essere completa, complessa, perfetta e ingegnosa come il cervello umano. Questo perché sono uno strumento e un motore impareggiabile, responsabile del controllo di tutto ciò che è nel nostro corpo (e, secondo le indiscrezioni, al di fuori di esso) in modo consapevole e inconscio.

1. Non sentire dolore

Nonostante sia responsabile dell'interpretazione del dolore che senti in tutto il corpo, il cervello stesso non sente dolore. In effetti, questo è il motivo per cui gli interventi chirurgici al cervello possono essere eseguiti con il paziente sveglio e talvolta anche facendo cose come suonare o cantare mentre i medici operano sull'organo.

2. Più di 160mila chilometri di vasi sanguigni

Sembra un'ignoranza, ma è vero. Ma questo non è l'unico numero sorprendente relativo al cervello umano. Questo organo relativamente piccolo, nei suoi 2 chili (in media), ospita 100 miliardi di neuroni, collegati da 100 trilioni di sinapsi; e può memorizzare 1.000 terabyte di informazioni. Ora i 160mila chilometri di vasi sanguigni non sembrano nemmeno così assurdi, vero?

3. Il cervello di Albert Einstein è stato conservato

Nel 1955, quando uno dei più grandi geni dell'umanità morì, la Scienza considerò eresia la perdita di un cervello così brillante e rappresentativo. È così che il dottor Thomas Harvey, anche senza l'autorizzazione della famiglia, ha rimosso e mantenuto il cervello di Einstein.

Il problema era che il cervello dello scienziato è scomparso per 23 anni, insieme a quel medico legale. È stato un giornalista a trovarlo dopo più di due decenni. Il dottore ha poi ammesso di avere ancora l'organo e di aver spezzato il cervello di Albert Einstein in 240 parti e conservato in barattoli di formaldeide.

4. I lati del cervello umano sono diversi

Potresti già sapere che il cervello umano è composto da due lati, formalmente chiamati emisferi. Nonostante tutta la storia controversa secondo cui una parte è più razionale (sinistra) e l'altra più emotiva (destra), la verità è che questi emisferi sono davvero diversi e funzionano al contrario. Cioè, se ti ferisci alla gamba sinistra, ad esempio, il dolore verrà elaborato dal lato destro del tuo cervello.

5. Il cervello delle donne è del 10% più piccolo di quello degli uomini

Ma, sulla questione evolutiva, questo non è un vantaggio per gli uomini, sai? In questo caso, è il cervello delle donne, più piccolo del 10%, ad avere più cellule nervose.

Nel caso del funzionamento, la scienza sottolinea che il cervello delle donne è più concentrato sul lato emotivo e soggettivo. Nel caso degli uomini, invece, il cervello ha un "orientamento" più razionale e oggettivo.

6. Il cervello umano è più attivo durante il sonno

È durante quel sonno buono e rilassante che il cervello umano lavora di più e assimila le informazioni, sai? In effetti, ci sono persino studiosi che scommettono che questo fatto possa essere legato ai nostri sogni.

7. I sogni possono essere manipolati dal cervello umano

E parlando di sogni, sapevi che il cervello umano può davvero manipolare i sogni che abbiamo? Il film “A Origin”, infatti, ne mostra un po '.

Nella vita reale, questo tipo di evento ha persino un nome, sogni lucidi, ed è un fenomeno scoperto negli anni Ottanta dell'Ottocento (esatto, vecchio, vecchio), dallo psichiatra tedesco Frederik Willem van Eeden. Ma, anche se non era qualcosa di nuovo, le persone iniziarono a prestare attenzione a quei sogni lucidi solo dopo il 1960.

8. La scienza ancora non sa perché ridiamo

Ovviamente, la risata è legata al modo in cui funziona il cervello umano e ci permette di ridere da 4 mesi di vita. Tuttavia, la scienza non ha ancora scoperto perché ridiamo, o perché la risata sia contagiosa, perché pensiamo che certe situazioni siano divertenti, figuriamoci quante persone potrebbero trovare divertente la stessa battuta.

9. Le dimensioni del cervello umano non significano molto

Come hai già notato nell'argomento sul confronto tra cervelli maschili e femminili, la verità è che un grande cervello non è sinonimo di alcun vantaggio.

10. Il QI più alto del mondo è 210

Sai quanto è il tuo QI? Se è maggiore di 210, devi pubblicarlo velocemente! Perché, attualmente, il coreano Kim Ung-young detiene quel titolo.

Lui, classe 1962, ha iniziato a parlare a 6 mesi di età ea 8 mesi già capiva calcoli di algebra che non saresti mai sfuggito. All'età di 4 anni, infatti, frequentava già il corso di fisica all'Università di Hanyag. Dopo la laurea, ha continuato i suoi studi alla NASA.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
QIcuriositaBenesserecervello
COMMENTA