Torna a far parlare di sè la brasiliana 25enne, già apparsa sulle cronache riminesi per il suo carattere "focoso" accentuato dalla dipendenza dall'alcol, finita nuovamente in manette. Il nuovo arresto della ragazza è avvenuto nella notte tra sabato e domenica quando, alla centrale operativa della Questura di Rimini, è arrivata la segnalazione di una passante che davanti a un noto locale notturno riminese parlava di una giovane coperta di sangue che urlava di essere stata stuprata.

Sul posto si è precipitata una Volante e gli agenti si sono trovati davanti una donna, che nonostante la giovane età era già una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, in evidente stato di ebbrezza, e per nulla collaborativa. Insieme a lei c'era un ragazzo, poi risultato essere un suo ex fidanzato, anche lui sporco di sangue. Il personale della Questura ha faticato non poco per capire cosa fosse successo anche perchè, la 25enne, ha iniziato a dare in escandescenza tanto da denudarsi e dopo aver strappato delle foglie da un cespuglio ed essersele passate nelle parti intime le ha tirate contro le divise.

Al momento di identificarla, la ragazza si è trasform

Prima di questa vicenda, infatti, la scorsa estate la ragazza era finita nuovamente nei guai per aggressione. Questa volta, secondo quanto ricostruito, sempre in preda ai fumi dell'alcol, era tornata a casa ma aveva sbagliato clamorosamente la porta del proprio appartamento andando ad infilarsi in quello del vicino. La 25enne aveva sorpreso così il padrone di casa sotto la doccia e, forse ritenendolo un malvivente, l'aveva aggredito con un violento strappo alle parti basse tanto da provocargli un trauma alla sacca scrotale per una prognosi inferiore ai 20 giorni per la quale era stata denunciata a piede libero. Sulla giovane pesa anche un'indagine che la vede sospettata di aver dato fuoco a un locale di Riccione dove lavorava come cameriera.