Cronaca

Tentano di assassinare le mogli e si suicidano, accade a Brindisi e Cuneo

  • Il primo, un 72enne, ha accoltellato la donna alla gola e poi si è impiccato. Il secondo avrebbe litigato con la moglie e l'avrebbe poi colpita con un coltello
  • Due episodi di violenza nel giorno della Festa della donna. A Brindisi, un 72enne ha tentato di assassinare la moglie accoltellandola alla gola e poi si è suicidato, impiccandosi alla veranda della villetta di famiglia. A Bra, nel Cuneese, un uomo ha aggredito la coniuge, ferendola in modo non grave, e si è poi suicidato sotto un treno.

    Il caso di Brindisi - Stando a quanto si apprende, il 72enne, un ex consigliere comunale, avrebbe aggredito la moglie con un coltello procurandole ferite alla gola per poi togliersi la vita. La donna è stata portata all'ospedale Antonio Perrino di Brindisi per essere sottoposta a intervento chirurgico. È in gravi condizioni. Sul posto i carabinieri che stanno ricostruendo l'accaduto.

    Il caso nel Cuneese - L'uomo, di cui al momento non sono note le generalità, avrebbe litigato con la moglie e, impugnato un coltello, l'avrebbe colpita, ferendola in modo non grave. Il marito si è poi diretto nella zona di strada Falchetto, alle porte di Bra, e si è lanciato sotto un treno della Sfm4 partito da Alba e diretto a Torino Stura.

    Tags
    violenzaassassinaremoglie maritosuicidio
    COMMENTA