È molto difficile sapere esattamente se ci stiamo dando oltre la nostra forza o oltre ciò che l'altro merita. Molti di noi si danno semplicemente spontaneamente, senza nemmeno pensarci due volte. Eppure, ci sarà sempre qualcuno che sottovaluterà i nostri sforzi, disdegnando la nostra buona volontà con ingratitudine.

È nella natura di alcune persone guidare, risolvere problemi, fare qualcosa per gli altri. Queste sono persone che non rifiutano mai di venire da noi quando chiamiamo, persone che ci supportano e cercano risposte pratiche alle situazioni avverse che sperimentiamo nella nostra vita.

Spesso, non è nemmeno un membro della famiglia, ma un amico, o anche un conoscente, che è più disposto a venire in nostro aiuto.

Non importa dove si trovino, non importa a che ora del giorno, ci sono persone che rispondono alle nostre chiamate, con prontezza e un sorriso sul loro viso. Non si lamentano, non fanno pagare, non si aspettano nulla in cambio, semplicemente donano, aiutano, confortano.

Sfortunatamente, quando aiutiamo gli altri, non sempre otteniamo riconoscimento o gratitudine. A volte, anche, ciò che facciamo non sarà sufficiente perché l'altro riconosca quanto eravamo presenti e disponibili. Per alcuni, nulla che li raggiunga sarà in grado di toccare i loro cuori, anche se il loro problema è stato risolto.

E, peggio ancora, ci saranno quelli che si abitueranno al nostro aiuto e, non appena non saremo in grado di rispondergli ogni volta che lo vorranno, nel momento esatto della sua chiamata, non sapranno aspettare, non capiranno cosa ci impedisce, per quanto seria possa essere. Da allora in poi, non serviremo più, né serviremo mai, come se non avessimo fatto nulla prima per aiutarli. Saremo così il cattivo nella storia.

Non importa, non importa quanto fai, ci sarà sempre qualcuno che dice "solo quello?" Se hai fatto del tuo meglio, se ne sei consapevole, stai tranquillo.

È l'ingratitudine che fa comportare l'altro come uno str*nzo!

Lascia un mi piace e condividi l'articolo con i tuoi amici!