Un giorno un poveraccio, con gli abiti tutti stracciati, dopo aver passato in rassegna diverse osterie ed essersi ubriacato, si reca ai mercati generali e dicendo a un operaio che ogni ubriaco ha un senso molto più sviluppato degli altri, lo distoglie dal suo lavoro e gli frega un'anguilla che si infila in tasca.

Dopo un po' che passeggia per la città gli viene voglia di fare pipì, si tira giù la lampo e, siccome si trova anche con le tasche rotte, estrae l'arnese e comincia a scrollarlo, a incitarlo, a fargli complimenti.

A un certo punto abbassa lo sguardo e dice stupito:

– Che fossi bello lo sapevo ma quei due occhietti azzurri in punta non li avevo mai visti.

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Se questa barzelletta ti è piaciuta lascia un commento e condividila con i tuoi amici!