C'è una frase che va più o meno così: “Niente è eterno. Il caffè si raffredda, la sigaretta si spegne, il tempo passa, le persone cambiano… "

C'è una certa verità in questa frase, tuttavia, credo che i cambiamenti che vediamo nelle persone siano i cambiamenti che avvengono principalmente dentro di noi, cioè siamo noi che cambiamo e, in qualche modo, iniziamo a percepire la realtà in un altro modo, e questo include la consapevolezza che abbiamo l'uno dell'altro.

Ami quella ragazza volubile. Un'ora dice che sei il ragazzo della sua vita, un'altra volta dice che è confusa. Accetti, capisci, “dopo tutto, sta attraversando un momento difficile”, insiste.

Aspetti, riveli, permetti, capisci. Giustifica l'ingiustificabile, perdoni l'imperdonabile, accetti l'inaccettabile.

Soffri, ma non riesci a imporre limiti, senti che ti fa male, ma hai paura di pretendere troppo e di perdere; vuole qualcosa di meglio per la sua vita, ma ha ancora la speranza che l'altro cambierà e cambierà tutto.

Costruisci castelli su terreni fragili, ti tuffi a capofitto in pozze poco profonde, vedi gli oceani nelle pozzanghere, fai la guardia a chi non ha intenzione di sederti accanto, metti la tua vita in sospeso, aspettando una decisione dall'altro… Ma quando tutto crolla, ti senti imbrogliato e vuoi trovare il colpevole.

Il tempo porta comprensione e dissolve alcune illusioni. Impariamo ad abbandonare le maschere e rimuovere le lenti fantasia.

Un giorno, iniziamo a vedere tutto com'è realmente e decidiamo, in base alla verità, se vale la pena continuare. Niente scuse, niente bugie a te stesso, niente proiezioni e salti nel buio.

Impariamo a nutrire ciò che è reciproco e ad amare solo ciò che ha qualcosa da aggiungere. Ma qualcuno ti ha ingannato o volevi così, così, così, così tanto, che hai finito per mentire a te stesso?

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!