La tesi che l'infedeltà “ravviva” la relazione non funziona, perché prima o poi verrà scoperta e porterà alla rottura della fiducia.

Il tradimento coniugale è un fenomeno nella storia dell'umanità, ma non si hanno notizie di una civiltà che considerasse normale l'adulterio, poiché è un elemento di intensa disapprovazione morale e religiosa, che resta punito in un modo o nell'altro dalla società.

Non è lo scopo di questo articolo entrare nella discussione se gli uomini o le donne siano quelli che tradiscono di più, tanto meno sottolineare uno sguardo moralistico e sdolcinato sull'argomento.

Tuttavia, mostra che l'infedeltà provoca gravi conseguenze per la salute psicofisica delle coppie: depressione, ansia, insonnia, bassa autostima, malattie sessualmente trasmissibili, liti, vendette, abusi, morti, suicidi, ecc.

La parola adulterio deriva dal latino “ad alterum torum”, che significa nel letto di qualcun altro. Questo termine può essere utilizzato sia per definire l'infedeltà in una relazione tra due individui, sia nella sua forma parlata o simbolica, si riferisce a qualcosa che è stato defraudato. 

La differenza tra il concetto di tradimento e adulterio è impercettibile, tuttavia, ai fini legali, l'adulterio è considerato una relazione extraconiugale, purché vi sia un contatto intimo tra le parti.

C'è un'ampia analisi e letteratura sull'argomento, che ha ottenuto la censura nella Bibbia, la concupiscenza nell'antica Grecia, lo stato secolare nell'antica Roma e gli intrighi nei palazzi medievali. Nella società contemporanea si è diffuso nei film, nelle soap opera, nelle arti, nelle canzoni e nei media digitali, istigando o ipnotizzando persone di tutte le classi sociali.

La ricerca indica che uomini e donne imbrogliano nella stessa misura, con caratteristiche comuni: infedeli cronici, infedeli occasionali, infedeli ansiosi, infedeli nascosti e infedeli virtuali. Ma in ogni caso, il tradimento è molto doloroso. Non farlo, metti prima fine alla tua relazione!

E la tesi che l'infedeltà “ravviva” il rapporto non funziona più, poiché prima o poi verrà scoperto e comporterà una totale violazione della fiducia, che nella maggior parte dei casi è irrecuperabile.

Da un punto di vista psicoanalitico, gli infedeli minimizzano i rischi del tradimento e mostrano enormi difficoltà ad amare ed essere amati, tuttavia dovranno affrontare i durissimi effetti delle perdite emotive, familiari ed economiche. È importante ricordare che in passato l'adulterio era considerato uno scandalo e oggi continua a lasciare traumi nel cuore e nella mente delle persone che sono state tradite.

Tuttavia, è inutile chiedere perdono e persistere nell'infedeltà, generando più sofferenza e delusione, questo rivela un cattivo carattere. Dopotutto, se qualcuno è infelice nella sua relazione, ha tutto il diritto di separarsi, anche se l'altra persona soffre.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!