Di recente, a Florianópolis (SC), è stato restituito un cucciolo SRD di 11 anni dopo h che la famiglia che lo aveva adottato ha scoperto che era sordo. Questa è una realtà molto triste, ma purtroppo anche comune, dal momento che molte persone non sono disposte ad accettare animali con lo stesso amore e la stessa complicità con cui ci accettano loro.

“Siamo contenti di lui e abbiamo molta empatia a causa della sua identità sorda. È felice, perché abbiamo le nostre strategie di adattamento per la casa. Per noi non udenti, con i nostri vestiti, come spegnere e accendere la luce ogni volta per chiamare Jögan, come facciamo con noi”, ha detto João a G1 .

Jögan e Gabi, l'altro cane che vive nell'appartamento, andavano molto d'accordo. Jögan è docile, mite, ben educato e impara velocemente. Ha persino imparato alcuni comandi. Conosce i segnali di "passeggiare, chiedere di uscire e aspettare", ha detto João.

Jögan, che un tempo si chiamava Pirata, ricevette questo nuovo nome per il suo significato speciale.

“Qualche giorno prima ho sentito parlare dell'adozione, stavo leggendo di Jögan, un tipo di occhio. Viene da anime giapponesi. Poi è apparso il cane con quello stesso occhio”, ha detto João.

Che storia speciale! L'empatia e l'amore hanno dato a Jögan una nuova possibilità e hanno dato a João un ottimo compagno, con il quale può condividere molti bei momenti.

L'adozione è davvero qualcosa di bello e dovrebbe essere incoraggiata.Condividi questo bellissimo esempio di amore e gentilezza!

Questo potrebbe essere un triste destino per Jögan, ma l'atteggiamento di un giovane studente ha cambiato la loro storia di vita e ha iniziato una vera e profonda connessione. 

João Gabriel Duarte Ferreira, che sta studiando per un dottorato in Studi di traduzione presso l'Università Federale di Santa Catarina (UFSC), ha deciso di dare una nuova casa al cucciolo e lo ha portato a vivere con lui.

João vive con tre persone e ha già un cane; ciò che più lo ha ispirato ad adottare Jögan è il fatto che condividono la stessa condizione fisica, anche Gabriel è sordo e condivide il suo appartamento con altre due persone con problemi di udito e un figlio di genitori sordi.

Qualche tempo fa, aveva il desiderio di adottare un cucciolo sordo e l'opportunità è arrivata quando uno dei residenti dell'appartamento ha visto una foto di Jögan su un social network della direzione del benessere degli animali (Dibea).

Jögan visse per circa 11 anni con l'ultima famiglia, che lo adottò a 45 giorni di età, ma lo restituì quando scoprì la sua sordità.

Il cane viveva nel rifugio da più di un mese. Appena seppe di Jögan, João chiamò il rifugio e mostrò il suo interesse per l'adozione del cucciolo.

Dopo un processo di valutazione di tre giorni, João è stato approvato ed è stato in grado di portare a casa il suo nuovo compagno. È stato un momento di grande gioia per entrambi.

“Siamo contenti di lui e abbiamo molta empatia a causa della sua identità sorda. È felice, perché abbiamo le nostre strategie di adattamento per la casa. Per noi non udenti, con i nostri vestiti, come spegnere e accendere la luce ogni volta per chiamare Jögan, come facciamo con noi”, ha detto João a G1 .

Jögan e Gabi, l'altro cane che vive nell'appartamento, andavano molto d'accordo. Jögan è docile, mite, ben educato e impara velocemente. Ha persino imparato alcuni comandi. Conosce i segnali di "passeggiare, chiedere di uscire e aspettare", ha detto João.

Jögan, che un tempo si chiamava Pirata, ricevette questo nuovo nome per il suo significato speciale.

“Qualche giorno prima ho sentito parlare dell'adozione, stavo leggendo di Jögan, un tipo di occhio. Viene da anime giapponesi. Poi è apparso il cane con quello stesso occhio”, ha detto João.

Che storia speciale! L'empatia e l'amore hanno dato a Jögan una nuova possibilità e hanno dato a João un ottimo compagno, con il quale può condividere molti bei momenti.

L'adozione è davvero qualcosa di bello e dovrebbe essere incoraggiata.Condividi questo bellissimo esempio di amore e gentilezza!