CuriositàAdut Akech, la rifugiata sudanese che è diventata il nuovo volto di Chanel

01/10/2018 - 12h

Fortunatamente, più e più volte, ci sono alcune storie che ci ricordano che anche nelle peggiori situazioni, può accadere qualcosa di buono.

Vi presentiamo oggi una di queste storie ispiratrici, il caso di Adut Akech, la rifugiata sudanese che è diventata il nuovo volto del grande marchio francese Chanel.

Akech è nata a Kakuma, un campo profughi che ospita 187.000 rifugiati della guerra civile sudanese, e ha avuto una vita molto difficile, ha affrontato molte difficoltà con la sua famiglia di 6 fratelli. Dopo Kakuma, Akech e la sua famiglia andarono in molti altri campi, finché non arrivarono in un campo situato ad Adelaide, in Australia.

Questo campo profughi è stato determinante nel cambiare la vita di Akech, perché lì è stata trovata da un cacciatore di talenti, che le ha detto che il suo futuro non era in questo posto, ma sulle passerelle di tutto il mondo. A quanto pare quest'uomo aveva ragione, perché nel 2017 la ragazza ha fatto il suo debutto sulle passerelle della sfilata primavera-estate 2017 di Saint Laurent.

Dopo la sua prima apparizione, la ragazza iniziò ad essere invitata da molti marchi come Loewe, Givenchy, Valentino e Miu Mil a sfilare. Inoltre, è già confermata per le prossime stagioni con etichette come Versace, Prada, Calvin Klein e Giambattista Valli.

Tuttavia, Akech non si fermerà solo sulle passerelle, ma poserà anche per tre copertine per diverse edizioni di Vogue, e apparirà anche nell'ultima campagna di Versace.

Ora che ha migliori condizioni di vita, può dedicare il suo tempo agli studi, sta studiando la Distance Economy, tra i suoi viaggi.

La sua tonalità della pelle molto caratteristica attira l'attenzione ora che vive in America:

"La mia pelle è molto scura, anche per i parametri di altre persone di colore. Ora che vivo a New York, la gente mi ferma per strada, soprattutto afro-americani, e mi dicono che vorrebbero che la loro pelle fosse come la mia. È come il cioccolato più puro", confessa.

Ed è proprio il fatto che la sua pelle sia esotica che le ha portato così tante possibilità nel mondo della moda, che cerca di rompere il classico schema delle ragazze bianche, magre e dai capelli chiari.

Tuttavia, Akech non lascia che la sua realtà vada a capofitto e riconosce che ci sono molte cose da fare:

"È ancora difficile vedere una donna nera che vende profumi, la verità è che i modelli neri guadagnano gradualmente, ma sicuramente, il loro meritato protagonismo."

Un grande risultato per Adut Akech che è stata scelta come volto della stagione invernale pre-caduta di Chanel 2018/19, dopo aver aperto la parata di lancio.

Il successo di questa rifugiata ci mostra quanto la vita può cambiare e che la nostra situazione attuale non ci definisce. Lasciati ispirare da questa incredibile storia per alzarti e andare alla ricerca dei tuoi sogni!

Ti è piaciuta la storia di Akech? Condividila con i tuoi amici!

Tags
adutakechrifugiatasudanesecampoprofughiguerracivilevitadifficile6fratellinuovovoltochanelfrancesecamposituatoadelaideaustraliakakumafamigliastoriapasserellamodellaprimaveraestaresaintlaurentragazzadebuttoloewegivenchyvalentinomiumilpradaversaceclavinkleingiambattistavalliversacevoguecopertinarivistafotostudiandodistanceeconomyprofumiviaggicondizionivitapellescuraamericaparametripersonecolorenewyorkispirazionestoriarealtàsogni
Loading...