CuriositàTrattare un animale come se fosse un bambino può indicare che non sei mentalmente sano?

04/12/2018 - 21h

L'usanza di chiamare animali per bambini sta diventando sempre più diffusa. Tuttavia, anche se questo comportamento sembra innocuo per le persone che agiscono in questo modo, uno "specialista" è recentemente emerso esprimendo preoccupazione, dicendo che questo comportamento potrebbe dare indicazioni di disturbi mentali.

L'argomento sui "bambini da compagnia" rafforza il fatto che dare lo stesso affetto a un animale domestico che dovrebbe essere dato a un bambino è piuttosto dannoso. In realtà, queste dichiarazioni hanno in qualche modo allarmato gli specialisti in sociologia e psicologia.

Ogni volta che ci sono più persone che vogliono trattare i loro animali domestici come se fossero persone, le relazioni interpersonali sono minacciate. Per non parlare del boom che si è verificato con l'arrivo di smartphone e social network.

Questa pratica di trasferire le caratteristiche umane ad un animale fa sì che l'individuo finisca per attribuire grandi aspettative all'animale stesso. Inoltre, coloro che a un certo punto desiderano diventare genitori e crescere una famiglia creerebbero "un'enorme barriera" per potenziali pretendenti.

Inconsciamente, è come se stessero dicendo a tutti che nessuno sarebbe in grado di soddisfare le aspettative di una tale persona. La discussione è venuto a Mosè Heiblum, specialista UNAM (Università Nazionale Autonoma del Messico) ed è davvero un cambiamento di prospettiva.

Il fatto è che ci sono persone le cui pratiche possono essere inquietante al punto di vestire i loro animali in abito umano per partecipare a eventi importanti come matrimoni, compleanni, lauree, ecc.

Senza rendersene conto, credendo che stanno facendo del bene al loro animale domestico, in realtà sarebbero feriti, secondo Mosè. Finora, un gran numero di persone singole e persino di coppie hanno adottato questa pratica che apparentemente non è molto salutare.

Ma questo non solo lascia il contesto convenzionale, ma può generare problemi comportamentali nell'animale e, a sua volta, creare anche un circolo vizioso di coodipendenza tra l'animale domestico e il proprietario.

E tu che ne pensi?

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
animalicanipadronicomportamentofiglitrattarementalmentespecialista