EmozioniChi non può stare isolato, per disperazione si accontenta di qualsiasi compagnia 

23/07/2018 - 11h

In questo modo, cresciamo senza imparare l'importanza della solitudine e subito ci sentiamo male quando dobbiamo passare un po' di tempo nella nostra solitudine. Siamo abituati a interagire con altre persone, a creare costantemente nuove relazioni, anche se non ci piacciamo l'un l'altro, solo così abbiamo occasione di non rimanere da soli. 

Questo è molto preoccupante perché la conoscenza di sé è uno dei nostri strumenti principali per la creazione di vite autentiche, ed è meglio quando è sviluppata nel nostro tempo di solitudine.

Quando non capiamo l'importanza di essere soli, finiamo per cercare nelle altre persone la convalida di cui abbiamo bisogno. Non stiamo attenti a chi lasciamo entrare nelle nostre vite, al contrario, ogni persona è sufficiente, purché non dobbiamo stare con noi stessi.

La paura della solitudine colpisce profondamente le nostre menti e i nostri cuori, e per non avere a che fare con questa realtà, permettiamo a chiunque di entrare nel nostro percorso, anche se finisce per ferirci più che sollevarci, anche se ci porta più tristezza che felicità.

Sebbene apprendiamo da queste persone, dopo tutto, ogni cosa nella nostra vita ci insegna una lezione, se impariamo a selezionare attentamente quelli con cui condividiamo le nostre vite, intimità, sogni e progetti, probabilmente eviteremmo l'attrito di dover imparare dal dolore.

Stare con un'altra persona a causa dell'incapacità di gestire la propria solitudine è dannoso per la nostra salute emotiva, è comunque un errore molto comune. Tendiamo a cadere in questo modello tossico a causa delle credenze che abbiamo imparato e incorporato durante la nostra vita.

Crediamo che l'importante sia avere una relazione, non importa se ci rende felici o meno, e riteniamo incompleti coloro che esercitano il loro diritto di essere soli e di essere felici così.

Tuttavia, la verità è che importa poco se siamo in una relazione o no, quando siamo felici con noi stessi e coltiviamo quella felicità da dentro e fuori, condividendola con le altre persone nella nostra vita.

In effetti, le persone che vanno d'accordo in una relazione d'amore sono coloro che per primi imparano ad essere felici da soli e non dipendono da un'altra persona per conoscere il loro valore. Queste persone sanno che stare con qualcun altro è un'opzione, non l'unica strada nella vita; legano con qualcun altro perché lo vogliono, non perché sentono di averne bisogno.

Molti di noi non si conoscono veramente, non sappiamo quali sono i nostri desideri, i nostri sogni, i nostri scopi, perché siamo persi nel bisogno di compagnia. Non sappiamo come vivere da soli, senza qualcuno che giustifichi tutte le nostre azioni. Tuttavia, il fatto è che l'unica approvazione di cui abbiamo bisogno è quella di noi stessi, e l'amore più importante è l'amor proprio.

Quindi, quando impariamo ad amare noi stessi nella solitudine e ad apprezzarci, ci avviciniamo ad un autentico valore, quello del vero amore.

Tags
valoripersonesolitudinerelazionimalsanecompagniascopicapacitàrelazionalirelazionibisognipaureamoresognisolitudine
CONSIGLIATI