Cerca di rianimare una ragazza in un brutto incidente e poi scopre che è la figlia. Jayme Erickson, paramedico canadese, ha prestato soccorso in un brutto incidente non avendo idea di chi fossero le vittime. La donna si è concentrata su una ragazza, in condizioni molto gravi, che ha provato a rianimare ma senza successo. La giovane era ferita così gravemente da non essere riconoscibile e solo dopo l'infermiera ha scoperto che era sua figlia.

La ragazza, Montana, di appena 17 anni era in auto con un suo amico quando la macchina ha sbandato forse a causa del ghiaccio sul manto strada. Purtroppo in quel momento nella direzione opposta stava viaggiando un tir che non ha fatto in tempo a frenare e a schivare la vettura travolgendola.

Sul posto sono intervenuti i soccorsi e tra questi la mamma della 17enne, che però non aveva idea di chi fossero le due vittime. La donna  ha cercato di mantenere in vita la ragazza mentre era intrappolata all'interno della vettura. Ha chiamato i soccorsi ed è rimasta con lei fino al trasporto in ospedale. Poi una volta a casa però ha fatto la terribile scoperta. Due poliziotti le hanno comunicato del brutto incidente e della morte della figlia, così la donna ha realizzato che la giovane che ha provato a rianimare era proprio la sua bambina.