BarzelletteUn musulmano a Napoli...(Barzelletta) 

16/11/2018 - 13h

Un musulmano arriva a Napoli, prende un taxi e chiede subito al tassista di spegnere la radio perché, come decretato dal suo insegnamento religioso, non deve ascoltare la musica in quanto, al tempo del profeta la musica non esisteva, soprattutto quella occidentale che è considerata da lui la musica degli infedeli.

Molto educatamente, il tassista spegne la radio, accosta e apre lo sportello del passeggero. A questo punto l'arabo gli domanda:

- Cosa sta facendo?

E il tassista gli risponde:

- Al tempo del profeta non c'erano nemmeno i taxi, perciò scinn e aspiett o cammell!!!

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH 

Se ti è piaciuta questa barzelletta condividila con i tuoi amici! 

Tags
BarzellettasorridererideredivertentemusulmanoNapolitaxitassistaradiomusicaprofetasportellocammello
Loading...