Finisce in manette il ginecologo barese Giovanni Miniello, accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di alcune pazienti, come emerso in seguito a un servizio del programma 'Le Iene'. In particolare il medico 68enne avrebbe proposto rapporti sessuali come cura per il papilloma virus, che in diversi casi avrebbero portato anche a palpeggiamenti, avrebbe abusato della sua qualità di medico per molestare le due giovani donne. I due fatti per il quali il gip ha disposto gli arresti domiciliari risalgono al settembre 2019 (denunciato dalla presunta vittima due mesi dopo) e a giugno 2021

Sicuramente i casi emersi non sono gli unici ,in quanto da voci di corridoio e dalle indagini svolte nei servizi delle iene, sono anni che il ginecologo avvalendosi della scusa di curare le pazienti estorceva loro rapporti sessuali.

Dopo che il caso scoppiò, il ginecologo decise di dimettersi dall'Ordine dei medici e in una lettera trasmessa dal suo avvocato difese le sue metodologie professionali. Nonostante questi suoi tentativi di sfuggire alle sue responsabilità,non è riuscito ad evitare gli arresti.

Il medico nei vari servizi condotti dalle iene si era anche dimostrato molto spavaldo dicendo che c'erano fondamenti scientifici nella sua cura,che prevedeva l'avere rapporti sessuali, estorti con la scusa di curare il papilloma virus.

Sicuramente i casi emersi non sono gli unici ,in quanto da voci di corridoio e dalle indagini svolte nei servizi delle iene, sono anni che il ginecologo avvalendosi della scusa di curare le pazienti estorceva loro rapporti sessuali.