EmozioniQueste 5 ferite dell'infanzia determineranno come istruirai i tuoi figli

09/07/2018 - 14h

Ma potrebbe anche essere che la tua infanzia non sia stata esattamente un letto di rose e non ti piace ricordarla, poiché sono ferite infantili.

Ad ogni modo, queste esperienze determinano come istruirai i tuoi figli. La tua infanzia è rivelata nella tua personalità e nello stile educativo che assumi come genitore. Tutte queste esperienze, sia positive che negative, ti hanno reso la persona che sei e determinano, in misura maggiore o minore, come crescerai i tuoi figli.

Perché educhiamo mentre istruiamo?

Questi sono gli equivoci più diffusi che i genitori applicano nell'educazione dei loro figli:

1. "I miei figli avranno tutto ciò che non ho mai avuto"

Questa idea è abbastanza comune tra le persone che hanno avuto problemi finanziari durante la loro infanzia, non potevano avere gli stessi giocattoli dei loro compagni di classe o essere vestiti nello stesso modo, e per questo motivo si sentivano disprezzati o inferiori. Pertanto, crescendo, tendono a giurare a sé stessi che i loro figli non passeranno mai attraverso la stessa esperienza, ma che avranno tutto ciò che non hanno mai avuto.

Sicuramente non c'è niente di sbagliato nell'acquistare giocattoli, vestiti e qualsiasi cosa per i tuoi bambini. Tuttavia, questi genitori fanno spesso l'errore di pensare che tutti questi oggetti siano sufficienti per rendere felici i propri figli. Tuttavia, questo non è vero. Troppi giocattoli anestetizzano i bambini. Più importante dei beni materiali è che i bambini trascorrono del tempo di qualità con i loro genitori e, soprattutto, imparino che sono unici e che non hanno bisogno di avere le stesse cose materiali degli altri per essere felici. Questo è l'unico modo per educare un bambino che è sicuro di sé, che sa quello che vuole e che non è disposto a seguire gli altri senza pensare.

2. " Non lo farò mai ai miei figli "

Ci sono persone ancora perseguitate da traumi infantili. Forse era il giorno in cui i genitori li mettevano in imbarazzo di fronte ai loro compagni di classe, o quando non gli compravano quel giocattolo tanto sognato, o quando decidevano di cambiare città e scuola senza consultarsi con loro. Quell'evento ha lasciato una cicatrice così grande e profonda in quella persona, abbastanza per essere sicuro che non farà mai qualcosa del genere ai suoi figli.

Il problema è che questi genitori pianificano la loro strategia educativa basata unicamente su ciò che non dovrebbero fare, usando, come modello, un trauma infantile che non hanno mai superato. Normalmente questo stile educativo finisce per lasciare troppa libertà al bambino, perché, per paura di ferirlo, i genitori non stabiliscono regole e diventano amici con il loro bambino. Ovviamente, non c'è nulla di sbagliato nel fatto che i genitori stabiliscano una relazione basata sull'amicizia e sulla fiducia con i propri figli, ma non devono dimenticare che le regole e i regolamenti sono essenziali per dare un senso al mondo dei bambini. Quando un bambino cresce senza regole, non saprai mai cosa aspettarti da lui e aumenteranno le probabilità che sviluppi comportamenti difficili.

3. " Se è abbastanza per me, sarà abbastanza per i miei figli "

Molti genitori tendono a pensare di dover replicare le condizioni in cui sono cresciuti. Di solito si tratta di persone che pensano che il carattere dei bambini sia forgiato attraverso la sperimentazione, e più difficile è, meglio è. Questi genitori impongono un'educazione autoritaria, segnata da limitazioni e regole severe, trasformando la casa in caserma militare.

Certo, le regole sono importanti per assicurare la convivenza in famiglia, ma è anche necessario che i bambini siano liberi e sviluppino la loro indipendenza e autonomia. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che ogni persona è diversa e, quindi, le linee guida educative che funzionano con alcuni possono essere inefficaci con gli altri. Allo stesso tempo, è importante ricordare che le condizioni sociali sono cambiate, questo significa che ciò che era normale solo pochi decenni fa può ora essere anacronistico e persino dannoso per i bambini.

4. "I miei figli faranno tutto ciò che io non ho potuto fare"

Questa idea è comune tra coloro che non sono stati supportati dai loro genitori che li hanno costretti a fare qualcosa che non volevano. Di conseguenza, credono di aver perso "l'opportunità della loro vita" e di non voltare pagina, ma continuano ad accumulare frustrazione e risentimento. Pertanto, cercano di ottenere una seconda possibilità attraverso i loro figli e li incoraggiano fin dalla tenera età a fare cose che li soddisfino, iscrivendo i bambini in attività extrascolastiche che interessano solo ai genitori, non ai loro figli.

È probabile che il bambino abbia sicuramente qualche potenziale e talento in un'area specifica, ma potrebbe non essere interessato e provare passione per qualcos'altro. Insistere in questa direzione significa fare lo stesso errore dei genitori, ma senza rendersene conto. Ogni bambino è unico e il ruolo dei genitori è quello di guidarli a scoprire i loro punti di forza e le passioni, ma deve essere lui a decidere in quale direzione andare. Decidere al suo posto significa togliere un'opportunità.

5. "Non lascerò mai che succeda qualcosa di brutto ai miei figli"

I genitori che hanno avuto esperienze negative durante l'infanzia tendono a sviluppare uno stile educativo iperprotettivo. Comprensibilmente, credono che il mondo sia un posto ostile e hanno bisogno di proteggere i propri figli. Non vogliono che i loro figli sperimentino le stesse esperienze e tendano ad eliminare tutti gli ostacoli sul loro cammino, per assicurare che vivano un'infanzia idilliaca.

Ovviamente, non dovremmo traumatizzare i bambini o esporli a rischi inutili, ma non dobbiamo dimenticare che la capacità di recupero si sviluppa solo in situazioni difficili. Ciò significa che quando c'è un problema, invece di nasconderlo e risolverlo, i genitori dovrebbero incoraggiare il bambino a trovare soluzioni e prendere decisioni. Questo è il miglior regalo che voi potete fare, perché in questo modo si danno loro gli strumenti psicologici di cui hanno bisogno per affrontare le sfide della vita, non si può sempre proteggerli.

Impara a voltare pagina:

Molti di questi atteggiamenti, che si riflettono nello stile educativo dei genitori, nascondono una ferita che non è guarita. Questi genitori non sono in grado di fare pace con la loro infanzia, con le esperienze, le decisioni e i comportamenti dei loro genitori. Di conseguenza, trascinano ancora l'influenza, spesso senza rendersene conto, e pensano di aiutare i loro figli.

Per eliminare queste idee limitanti, il primo passo è realizzare la loro esistenza e capire come esprimersi attraverso la relazione quotidiana con i propri figli. Quindi devi lasciare che le ferite guariscano, rilasciare il risentimento. Vedrai che, a poco a poco, assumerai la crescita dei tuoi figli da una prospettiva diversa.

Tags
voltarepaginagenitorifiglieducazionecrescitarisentimentipassioninegazionipaurepassatoferiteinfantiliobiettiviprotezioneamorerassicurazione