Cronaca

Minacce Russia, Guerini: "Italia al fianco dell'Ucraina"

  • Il ministro della Difesa accusato da Mosca: "Un falco anti Russia". Draghi: "Piena solidarietà al ministro attaccato dal governo russo"
  • "Non diamo peso alla propaganda. Incoraggiamo invece ogni passo politico e diplomatico che metta fine alle sofferenze del popolo ucraino. L’Italia è a fianco dell’Ucraina e continuerà ad esserlo". Sono le parole del ministro della Difesa Lorenzo Guerini, oggi definito da Mosca un 'falco' della politica anti Russia in una giornata caratterizzata da minacce russe all'Italia, con "conseguenze irreversibili" in caso di ulteriori sanzioni nei confronti del paese guidato da Vladimir Putin.

    "Esprimo piena solidarietà al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, vittima di attacchi da parte del Governo russo. Il paragone tra l’invasione dell’Ucraina e la crisi pandemica in Italia è particolarmente odioso e inaccettabile", dice il presidente del Consiglio, Mario Draghi. "Il ministro Guerini e le Forze Armate -aggiunge il premier- sono in prima linea per difendere la sicurezza e la libertà degli italiani. A loro va il più sentito ringraziamento del Governo e mio personale".

    Mosca ha 'avvertito' Roma affinché l'Italia non assuma un atteggiamento ancora più duro sul piano delle sanzioni. Il messaggio è contenuto nelle parole di Alexei Paramonov, direttore del dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo. Mosca, ha detto Paramonov senza però fornire dettagli, sta lavorando a una risposta alle sanzioni "illegittime" degli Stati Uniti e dell'Unione europea. Citando la dichiarazione del ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire sui piani dell'Ue per lanciare una "guerra economica e finanziaria totale" contro la Russia, Paramonov ha affermato: “Non vorremmo che la logica delle dichiarazioni del ministro trovasse seguaci in Italia e provocasse una serie di corrispondenti conseguenze irreversibili".

    Tags
    miacciarussiaitaliaministro
    COMMENTA