Cronaca

Livorno, uccisi 50 gatti. Gli animalisti: «Una taglia da 5mila euro per trovare il killer»

  • "La gente dovrebbe andare a denunciare per senso civico, ma a volte una piccola ricompensa può aiutare a sciogliere le lingue"
  • Dopo la decisione dell'ordine dei veterinari di assumere una criminologa per studiare il profilo del criminale o dei criminali che in 10 mesi hanno ucciso circa 50 gatti a Livorno, ora l'Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) «aumenta da 3mila a 5mila euro la ricompensa per chi aiuterà ad individuare e denunciare alla pubblica sicurezza e con la propria testimonianza far condannare in via definitiva i responsabili di questi crimini».

    «Sappiamo che quello delle ricompense è un metodo piuttosto crudo, ma non non vogliamo agire fuori dalla legge, anzi con questa iniziativa vogliamo invogliare la gente che sa a parlare - spiega Aidaa -. Non accettiamo segnalazioni anonime ma prendiamo in considerazione quelle segnalazioni che porteranno alla condanna definitiva di questi criminali. La gente dovrebbe andare a denunciare per senso civico, ma a volte una piccola ricompensa può aiutare a sciogliere le lingue, e qui siamo di fronte a un crimine che non può e non deve restare impunito».

    Tags
    gattikillerricompenselivornoanimalisti
    COMMENTA