CuriositàLa teoria oscura dietro gli orologi che appaiono nel film "Joker"

28/10/2019 - 13h

Il film Joker è diventato uno dei preferiti dell'anno grazie all'impeccabile esibizione di Joaquin Phoenix. Tuttavia, col passare del tempo, i fan hanno scoperto elementi che portano a varie teorie sul protagonista.

La storia non è direttamente collegata ad altri nastri precedenti dell'universo di Batman ma è ispirata al romanzo grafico The Killing Joke, del 1988. In questo film ci viene presentato Arthur Fleck, un ragazzo tormentato dalla sua malattia mentale che vive in condizioni estremamente difficili, in una società divisa e piena di odio. 

Fleck sogna di essere un comico ma sono quelle stesse condizioni che non gli permettono di avere successo.

Uno dei dibattiti che sono stati aperti tra i fan è stato se ciò che è accaduto nella storia sia stato una realtà o parte delle delusioni di Arthur nella sua trasformazione come Joker. Ciò che ha portato a una teoria che circola su di esso su Facebook, sono stati gli orologi che compaiono in diverse scene, che sono in pausa alle 11:11.   

"Tutto accade nella testa del nostro protagonista. Gli orologi segnano lo stesso tempo nel corso del film. Il tempo non passa attraverso ciò che realmente non sta accadendo. L'unica cosa che possiamo considerare" reale "è la fine con il terapista".

Hai notato che vedi il numero 11:11 ovunque? E soprattutto, hai notato che per coincidenza quando vedi l'orologio sono le 11:11 o le 23:11? Numerologi ed esoteristi affermano che questo numero appare quando la coscienza è elevata e che generalmente significa che stiamo affrontando un importante stadio spirituale della nostra vita.

Il primo orologio è visto al primo incontro con il terapista e Arthur. Il secondo si vede quando colpisce la testa contro la finestra di una cella nell'ospedale psichiatrico e il terzo si vede quando lascia il lavoro e colpisce l'orologio di uscita.

Continua a leggere...

In numerologia, si dice che il numero 11:11 indica che "le forze cosmiche ti stanno dicendo che sei sulla strada giusta e che ti stai allineando con la Realtà Primordiale". 

Quindi, potrebbe indicare che Fleck era sulla buona strada per diventare ciò che voleva davvero?

D'altra parte, in The Killing Joke, afferma di avere qualcosa che potrebbe essere chiamato "memoria selettiva". Forse l'intero nastro si basa sui ricordi che il Joker sta raccontando al terapeuta in psichiatria (e che ricorda che gli orologi si sono fermati a quell'ora precisa). Quando parla di "uno scherzo che non capisce", potrebbe riferirsi alla mo*te dei genitori di Bruce Wayne che lo hanno portato a diventare Batman e il suo rivale.

Queste qua sopra sono teorie che i fan hanno messo insieme, tuttavia, il regista Todd Phillips e Joaquin Phoenix hanno rivelato che tutto è una coincidenza. 

"È una coincidenza... No, voglio dire, non lo so. Penso che sia una coincidenza. C'è stata un'altra volta?... No, allora è solo interessante"

Lascia un mi piace e condividi l'articolo con i tuoi amici!

Tags
jokerfilmorologioorario11.11psichiatria
Loading...