Curiosità

La madre dice di essere "orgogliosa" del figlio che ha alzato le mani per difendersi

Laura Mazza ha dichiarato sul suo social network di essere felice che suo figlio di sei anni sia riuscito a difendersi.

Quando si tratta di essere madre e crescere i figli, ci sono molte differenze. La verità è che il lavoro di maternità va molto più in là di quanto pensi. Non esiste un libro con tutte le regole da seguire. L'insegnamento è in pratica ciò che ogni madre sa dove ha capito bene o ha sbagliato. Non c'è nessuna formula magica.

Ognuno ha un modo per risolvere i propri problemi. C'è conversazione, dialogo o opzioni più rozze. Ogni dinamica familiare è diversa, le opinioni sono divise tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Laura Mazza, la madre di Luca, sei anni, ha pubblicato sul suo Instagram come suo figlio ha risolto una situazione durante una gita al cortile della scuola. Il ragazzo ha picchiato un collega per essere stato spinto da lui.

Secondo lei, suo figlio ha agito correttamente e, questo, ha diviso molte opinioni nella sua pubblicazione. Ha riferito l'accaduto, dicendo che suo figlio è stato onesto nel raccontare la storia sin dall'inizio.

Laura ha detto nel post che Luca ha scelto il confronto fisico per risolvere un problema. Un altro ragazzo lo stava infastidendo e, quando gli ha chiesto di fermarsi, il ragazzo lo ha respinto ed è scappato.

Poi ha chiesto a suo figlio cosa avesse fatto dopo la spinta e il ragazzo ha risposto che lo ha seguito e lo ha colpito in faccia, in modo che sapesse che non avrebbe dovuto disturbarlo più. Ha anche detto che l'insegnante non avrebbe fatto nulla per difenderlo, quindi ha intimidito lui stesso il ragazzo che lo ha spinto.

Ha ringraziato suo figlio per essere onesto e gli ha parlato di altri modi per risolvere i conflitti, senza usare la violenza, ma ciò che Laura ha detto in seguito ha sollevato una controversia. Ha commentato di essere "orgogliosa" del fatto che suo figlio si difendesse e ha pensato che il suo atteggiamento fosse corretto.

Nella pubblicazione, in cui ha raccontato il caso di suo figlio, Laura ha scritto che non accetta la violenza come soluzione, ma conosce la realtà nelle scuole e che è necessario affrontare i bulli. Ha detto che gli sarebbe piaciuto essere lì per proteggerlo, ma che era felice di essersi difeso. Ha concluso, dicendo che vuole che i suoi figli sappiano che i bulli non vincono mai.

Qual é la tua opinione riguardo questo? Sei d'accordo con l'atteggiamento di Laura?

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
curiositàfigliodifesascuolasbagliatomadreopinioni
COMMENTA