Curiosità

"Ho una malformazione, mi guardano con paura e pietà, ma non mi interessa, amo la mia faccia"

La nutrizionista Daniela ha sempre dovuto fare i conti con le critiche sul suo aspetto, e parla del bull1smo che ha subito da bambina.

L'aspetto è una delle prime cose notate e, come ogni altro segmento, è diventato un mercato che richiede alle persone di essere insoddisfatte per voler consumare prodotti di bellezza. Non c'è da stupirsi, c'è uno schema che soprattutto le donne hanno bisogno di seguire, irraggiungibile e complesso, che causa più disturbi alla salute che alla sensazione di benessere.

La nutrizionista Daniela Herbele, fin dalla tenera età, ha dovuto imparare ad affrontare critiche e commenti sul suo viso. È nata con un emangioma sul viso, una macchia rossa visibile nelle foto e nei video della giovane donna.

A seconda della temperatura dell'ambiente, degli ormoni o della temperatura corporea stessa, la macchia può variare di colore, passando dal rosso al viola.

Il cambiamento non è genetico e si sviluppa da una mancata crescita del feto. Così com'è sul viso, secondo un rapporto all'Uol, lo spot è più difficile da trattare, in quanto può presentare una condizione di grave emorragia.

Oltre all'emangioma, all'età di nove anni, Daniela ha iniziato a presentare “tumori” al naso e al labbro, nonché malformazioni artero-venose (MAV) nelle carotidi, comparse in età adolescenziale, dovute agli ormoni dell'età.

Daniela ha subito diverse procedure, inclusi più di 20 interventi chirurgici, ma il suo caso non ha cura. Tutti i trattamenti che fai (compresi quattro lavori alle labbra e tre al naso) servono a migliorare la qualità della tua vita.

Il nutrizionista dice ancora, per esperienza, che se tutti sapessero com'è il periodo postoperatorio della chirurgia plastica, nessuno lo farebbe solo per l'estetica.

Anche se ha avuto un'infanzia difficile, non si è mai sentita diversa dagli altri, perché la sua famiglia non l'ha mai trattata in quel modo. Daniela racconta che era in terza elementare quando è stata vittima di bull1smo, i bambini non volevano essere suoi amici e lei non aveva nessuno con cui fare i compiti.

Non appena il tumore ha iniziato a crescere, i bambini hanno iniziato a creare teorie su cosa sarebbe potuto succedere al suo viso, hanno detto che aveva il naso a patata, che si era bruciato la faccia sul fornello e cose del genere. Per superare tutto, la nutrizionista ha avuto bisogno di una terapia, e spesso le viene chiesto perché le persone non pensano prima di parlare.

Daniela spiega che quando incontra qualcuno con una malattia, non le interessa sapere cosa è successo, è solo una persona, punto. Gli interventi chirurgici nell'infanzia portano anche brutti ricordi, perché i suoi colleghi si aspettavano sempre che sarebbe tornata guarita dall'emangioma, e anche sapendo che non c'era una cura, ha finito per nutrire le stesse speranze.

Nell'adolescenza, la pressione estetica si intensificò quando si rese conto che il suo corpo non era lo stesso dei suoi amici. All'età di quindici anni, ha iniziato a seguire diete per avvicinarsi allo standard di bellezza che credeva essere l'ideale. Era come se avesse bisogno di avere un corpo all'interno delle forme richieste per compensare il fatto che il suo viso fosse diverso.

Col tempo ha iniziato a prendere la vita un po' più alla leggera, affrontando i suoi traumi e i suoi disturbi, affrontando tutto in modo normale. La sua routine era la stessa di tutti i giovani della sua età; Daniela è uscita, ha bevuto, è rimasta con gli uomini, spiega addirittura di non essere mai stata avvicinata in modo invasivo.

Ancora oggi, però, riceve sguardi di compassione, come se fosse colpa sua, come se si fosse lasciata “arrivare a quel punto”. Ha deciso di diventare una nutrizionista perché conosceva intimamente la routine delle diete e conosceva molto il cibo. Ora, a 24 anni, ha più di 105.000 follower su Instagram e parla di alimentazione sana, corpi femminili e autostima.

Decidere di diventare “pubblico” con i social media non è stata una decisione facile, poiché ho sempre saputo che avrei ricevuto innumerevoli critiche, domande e commenti che forse non avrei più voluto sentire. Ma Daniela ha pensato a se stessa e al suo successo professionale, e ha deciso di affrontare le sue paure, ovviamente, con l'aiuto della terapia.

Il video con il maggior numero di visualizzazioni è quello che racconta la sua malattia, ma spiega che non gli piace ricevere commenti di pietà da haters e altri che promettono preghiere per il suo miglioramento.

In una relazione da quattro anni, la nutrizionista dice che la sua vita amorosa è fantastica e che lui è il suo compagno di vita. Nel campo dell'amicizia, spiega che non coltiva amicizie di tipo “universitario”, perché ha imparato in pratica che le persone che sono solo colleghi non daranno mai priorità all'altro.

Daniela ha sempre sentito di avere molto di più da mostrare del suo viso, e anche se a volte si è interrogata sul suo aspetto, a causa della pressione estetica sociale, oggi le piace chi vede quando si guarda allo specchio. Non c'è bisogno di nascondersi, copriti il ??viso con il trucco, lei è esattamente così e non c'è modo di nascondersi.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensieriragazzanutrizionistafacciatumorestoria
COMMENTA