Curiosità

Frasi tossiche che dobbiamo smettere di dire ai bambini

Sappiamo tutti che crescere i figli è un processo difficile. Allo stesso tempo, è normale che i genitori a volte dicano "cose sbagliate" ai propri figli e quindi non dovrebbero sentirsi in colpa o vergognarsi perché in fondo siamo tutti umani e possiamo sbagliare. 

Tuttavia, ci sono alcune espressioni che i genitori e gli adulti in genere sanno usare spesso senza rendersi conto di quanto siano dannose per i bambini e i loro sentimenti. Inoltre, leggi a quali espressioni dovresti prestare particolare attenzione.

1. "Starai bene" o "Non è un grosso problema"

Quando un bambino cade mentre gioca, il genitore di solito dice: "Starai bene, stai bene". Secondo la psicologa Sarah Conway, fondatrice di Mindful Little Minds, “spesso diciamo queste frasi ai bambini nella speranza di aiutarli a calmarsi ogni volta che si sentono feriti. Pensiamo che se non diamo importanza a quello che è successo, anche al bambino non importerà. Ma ogni volta che reagiamo in questo modo, i bambini si sentono offesi e rifiutati".

Se sente spesso questa frase, il bambino inizierà a diffidare dei suoi genitori, soprattutto nei momenti difficili. Pertanto, la prossima volta sarebbe meglio chiedere ai bambini come si sentono. In questo modo farai loro sapere che tieni alle loro emozioni e che possono condividere i loro sentimenti con te in qualsiasi momento.

2. "Tu sempre..." o "Non hai mai..."

Innanzitutto, "sempre" e "mai" raramente sono completamente veri. Tuttavia, quando i bambini sentono queste parole, dopo un po' cominciano a crederci e si creano così un'immagine sbagliata di se stessi. 

La prossima volta che fanno qualcosa che non ti piace, sarebbe bene parlare insieme per risolvere il problema. È anche molto utile quando parli positivamente di loro di fronte agli altri.

3. "Mi rendi triste, arrabbiato quando ti comporti così..."

Secondo Convoy, molti genitori credono che svilupperanno empatia nei loro figli se usano questa frase. Ma questa frase invia un messaggio che sono responsabili dei nostri sentimenti. 

Questo può portare a una situazione in cui i bambini inizieranno a nascondere le cose agli adulti per paura di essere giudicati. Il consiglio sarebbe di salvare la lezione dell'empatia per la prossima volta e ammettere come ti senti, ma anche di provare a far loro sapere dove sono i loro limiti.

4. "Non è vero!"

Se tuo figlio ti dice che nessuno vuole giocare con lui, la tua reazione sarebbe probabilmente: "Non è vero!" Quando i bambini condividono con te qualcosa che li infastidisce, sarebbe l'istinto dei genitori a dire loro subito che non è vero. Ma in tal caso, i bambini potrebbero pensare che non ci fidiamo di loro o che non dovremmo fidarci del nostro istinto.

Dobbiamo essere consapevoli che anche se quello che dicono è semplicemente impensabile, alla fine è la loro realtà e non possiamo dire loro che si sbagliano. Il nostro compito è ascoltarli e chiedere loro cosa li ha fatti sentire in quel modo.

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensierifiglifrasibambinigenitoricrescere
COMMENTA