Il Cdc, il Centro statunitense per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha aggiunto l'Italia alla categoria a più alto rischio per i viaggi, denominata con il numero 4. In genere, il Cdc colloca una destinazione al livello 4 quando negli ultimi 28 giorni siano stati registrati più di 500 contagi Covid ogni 100mila residenti: i viaggi sono sconsigliati. La scorsa settimana era toccato alla Francia.

Gli USA sconsigliano ai propri cittadini di viaggiare in Italia a causa dell’alto rischio di contagio da coronavirus. L’avvertimento è apparso nelle scorse ore sul sito istituzionale dell’ambasciata americana a Roma. Nell'avviso, datato 21 aprile 2021, si ricorda inoltre ai connazionali di usare "cautela" anche contro il pericolo potenziale di attentati sul suolo italiano.

Non è un divieto assoluto ma di un un cosiddetto "Travel Advisory", un’indicazione di possibile pericolo per chi si trova a spostarsi sia per turismo o comunque per viaggi non essenziali che per lavoro o altro. In pratica l’ambasciata Usa ha raccomandano gli americani di “non viaggiare” in Italia a causa del rischio Covid che ha raggiunto il livello massimo. Il nostro Paese infatti è stato inserito dal governo di Washington in categoria quattro di rischio, il livello più alto, così come fatto con l'80% dei Paesi mondiali a causa della pandemia in corso. “Non viaggiare in Italia a causa del  COVID-19.