Poesie"ANIMA MIA"... poesia di N.Hikmet

20/11/2017 - 06h

Anima mia

Anima mia

chiudi gli occhi

piano piano

e come s’affonda nell’acqua

immergiti nel sonno

nuda e vestita di bianco

il più bello dei sogni

ti accoglierà

anima mia

chiudi gli occhi

piano piano

abbandonati come nell’arco delle mie braccia

nel tuo sonno non dimenticarmi

chiudi gli occhi pian piano

i tuoi occhi marroni

dove brucia una fiamma verde

anima mia.

amo in te l’impossibile

ma non la disperazione.

N.HIKMET.

Nazim Hikmet

Nâzim Hikmet-Ran, in italiano spesso scritto Nazim Hikmet è stato un poeta, drammaturgo e scrittore turco naturalizzato polacco. Definito "comunista romantico" o "rivoluzionario romantico", è considerato uno dei più importanti poeti turchi dell'epoca moderna..

La poesia mostra una figura maschile intenta ad "accompagnare" la persona amata verso un dolce sonno.

Il poeta usa spesso l'imperativo ("chiudi gli occhi", "immergiti","abbandonati"), ma non lo fa mai con un tono di comando. Si tratta piuttosto di un invito a lasciarsi andare tra le sue braccia, per addormentarsi stretta dal suo amato..

CHI È NAZIM HIKMET:

Nazim Hikmet nacque nel 1902 a Salonicco, che fu sotto l'impero turco fino al 1912. Hikmet nel 1921 fuggì dalla Turchia e andò a Mosca, dove si inserì nel movimento culturale rivoluzionario dell'URSS. Nel 1928 pubblicò il suo primo libro di versi.

Tornato in patria, venne arrestato più volte con l'accusa di propaganda comunista e, dal 1938 al 1950, venne rinchiuso nella prigione di Bursa. Rilasciato in libertà vigilata, nel 1951 espatriò clandestinamente in URSS, dove pubblicò due drammi satirici e numerose raccolte di poesie, tradotte in tutto il mondo. Viaggiò molto e il 3 giugno 1963 morì a Mosca.

Nazim Hikmet è stato un grande poeta ma anche un  militante politico, un grande narratore e anche un grande saggista.

Tags
nazim hikmetpoesiaanima mia