News

Aifa: pillola anti-Covid per 1.662 pazienti in una settimana

  • In Italia, dal 13 al 20 gennaio 2022, la pillola anti-Covid molnupiravir di Merck-Msd è stata prescritta a 1.662 pazienti positivi
  • In Italia, dal 13 al 20 gennaio 2022, la pillola anti-Covid molnupiravir di Merck-Msd è stata prescritta a 1.662 pazienti positivi al coronavirus Sars-CoV-2. Mentre, al 18 gennaio, 901 soggetti hanno ricevuto remdesivir, l'antivirale per via endovenosa di Gilead. Lo indica il primo monitoraggio pubblicato dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) sull'utilizzo degli antivirali per il Covid-19 attualmente disponibili. Entrambi gli antivirali, approvati dalla Commissione tecnico scientifica (Cts) dell'Aifa a fine dicembre, sono indicati per il trattamento di pazienti con Covid lieve-moderato e di recente insorgenza, ma con altre malattie che rappresentino fattori di rischio per la forma grave. La distribuzione di molnupiravir e remdesivir è stata avviata il 4 gennaio da parte della struttura commissariale, successivamente sono iniziate le prescrizioni e l'inserimento dei pazienti nei registri

    Molnupiravir di Merck-Msd è il primo antivirale orale disponibile e specifico contro il coronavirus Sars-Cov-2. Il farmaco, in base ai dati comunicati dall'Aifa, è stato prescritto a  1.492 pazienti in Italia dal 13 al 19 gennaio (dato cresciuto a 1.662 il giorno successivo), con ampie differenze regionali: nel Lazio sono stati 219 i trattamenti avviati, 207 in Liguria, 203 in Piemonte, 186 in Veneto, 161 in Toscana e 114 in Lombardia. Nelle altre Regioni le sue prescrizioni risultano essere sotto i 100, mentre in Calabria e Basilicata non risulta nessun trattamento avviato.

    Tags
    covicurapazientiantiviralecontagipillola
    COMMENTA